Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/pd-delrio-questo-governo-e-nemico-del-lavoro-e-rivolto-a-salvini-fatti-processare-bfb41d93-3e2c-4d02-b48e-d56015d42538.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Al via seconda fase congresso

Pd. Delrio: "Questo governo è nemico del lavoro" E rivolto a Salvini: "Fatti processare"

"Invece di abbassare il cuneo fiscale hanno scelto di fare il reddito di cittadinanza", ha aggiunto Delrio. E aggiunge: "Da quando sono al governo, meno settantamila posti di lavoro: Di Maio deve imparare a contare. Prima dell'avvio della Convenzione nazionale all'Ergife di Roma sono stati resi noti i tre candidati alla segreteria che andranno alle primarie del 3 marzo: Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti

Condividi
Con la proclamazione dei tre candidati alla segreteria che andranno alle primarie del 3 marzo, Nicola Zingaretti (47,38%) , Maurizio Martina ( 36,10%9 e Roberto Giachetti (11,13%) , si è aperta la seconda fase del congresso all'Ergife di Roma. 

"La povertà non si batte con i centri per l'impiego, questo governo ha un problema: è nemico del lavoro, non sta facendo una politica per introdurre al mercato del lavoro". Lo ha detto il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio, nel corso del suo intervento. "Invece di abbassare il cuneo fiscale hanno scelto di fare il reddito di cittadinanza", ha aggiunto Delrio. E aggiunge: "Da quando sono al governo, meno settantamila posti di lavoro: Di Maio deve imparare a contare. Il presidente del Consiglio ha detto in televisione che lui ha sbloccato la Tap, ha sbloccato il Terzo Valico e ha sbloccato il Brennero. Tap e Terzo Valico lo avevano bloccato loro, quindi non so di cosa parlino". 

Sul caso Diciotti infine Delrio dice: "Voglio dire a Salvini: non scappare dal processo, nessuno vuole impedirti di fare le tue politiche, ma vogliamo impedirti di farle stando al di sopra della legge scritta, universale sui diritti umani". 

Dopo Delrio è previsto l'intervento del capogruppo Dem al Senato, Andrea Marcucci e di quello al Parlamento europeo. L'Assemblea proseguirà con un talk tra Frans Timmermans, candidato dei Socialisti europei alla presidenza della Commissione europea e Enrico Giovannini, fondatore e portavoce ASviS, Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile. Poi la parola passerà ai tre candidati alle primarie: Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti. Seguirà il dibattito e potrebbero intervenire gli altri candidati che non accedono alle primarie ossia Francesco Boccia, Maria Saladino e Dario Corallo. Potrebbero annunciare se appoggiano uno dei tre Dem in corsa. La Convenzione si chiuderà entro le 16.


Boccia: "Pd è un cantiere aperto, tutti diano una mano per ricostruire"
"Il PD oggi è un cantiere aperto, una comunità straordinaria che dimostra di esseci. Ora lavoriamo tutti insieme, serve l'aiuto di tutti. Diamo tutti una mano per ricostruire un PD ancora più forte di prima, il partito collante tra istituzioni e i luoghi del bisogno, le periferie, il lavoro, le scuole e l'ambiente spesso ricordato solo dopo le tragedie. Questo governo Lega-M5S è innaturale e gli italiani lo sanno bene. Mi chiedete di Calenda? E' un nostro iscritto, ci aiuterà a ricostruire un Pd più forte". Così Francesco Boccia, deputato PD, arrivando alla convenzione nazionale del Partito Democratico in corso all'Ergife, a Roma.
 
Condividi