CULTURA

Riconoscimento per i primi racconti

​Premi, a Manzini per il poliziotto Schiavone il 'Chiara 2016'

RaiDue: dal 9 novembre arriva la fiction 'Rocco Schiavone', interpretata da Marco Giallini

Antonio Manzini
Condividi
Antonio Manzini, con la raccolta di racconti polizieschi 'Cinque indagini romane per Rocco Schiavone' (Sellerio), è il vincitore del Premio Chiara 2016, il concorso letterario giunto alla 28a edizione dedicato alla memoria dello scrittore luinese Piero Chiara, mentre il figlio del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni è risultato primo nella sezione Giovani.

Grazie al voto di una giuria composta da 150 lettori, Manzini ha superato gli altri due finalisti - Valeria Parrella con 'Troppa importanza all'amore' (Einaudi) e Giorgio Pressburger con 'Racconti triestini' (Marsilio) - selezionati dalla giuria tecnica. La premiazione si è svolta nel centro congressi Ville Ponti di Varese, dove i tre finalisti sono stati intervistati da Mauro Novelli, docente dell'Università Statale di Milano. Ha partecipato, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo.

Nell'ambito del Festival del racconto organizzato dall'associazione Amici di Piero Chiara si sono tenuti, nel corso del 2016, incontri letterari ed eventi culturali in provincia di Varese e in Canton Ticino, tra cui il conferimento del Premio Chiara alla carriera alla regista e sceneggiatrice Lina Wertmuller. "Per la prima volta il Premio Chiara è stato abbinato al concorso per giovani con un unico evento - ha spiegato Bambi Lazzati, direttore artistico -, una novità che è stata molto apprezzata".

RaiDue: dal 9 novembre arriva fiction 'Rocco Schiavone'
Intanto, dal 9 novembre arriva su RaiDue l'attesa serie 'Rocco Schiavone', in sei puntate, per la regia di Michele Soavi con Marco Giallini, ambientata e girata in Valle d'Aosta. Serie che è "molto piaciuta" al suo creatore Manzini, che firma la sceneggiatura con Maurizio Careddu. "Sono felicissimo. E' stato fatto un bellissimo lavoro. Giallini era il più adatto a interpretare Schiavone, gli assomiglia. La prima volta che lo ho incontrato mi ha detto: 'lo hai scritto pensando a me questo romanzo?. Non era così, ma lui se lo sente davvero addosso questo personaggio. Tutti hanno fatto le cose sul serio" dice Manzini e precisa che "dipenderà dal pubblico se ci sarà una seconda serie". "E' una cosa un po' nuova per la tv. Rocco è un poliziotto un po' particolare, si fa le canne, è uno che ruba. E' una serie che non vuole farsi amare a tutti i costi, anche le tematiche non sono proprio televisive, giustizia e legge non sempre combaciano" spiega lo scrittore.

Manzini ha pubblicato cinque romanzi della serie del poliziotto romano, oltre ad otto racconti: "Pista nera", "La costola di Adamo", "Non è stagione", "Era di maggio" e "7-7-2007", tutti da Sellerio editore.
Condividi