Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/referendum-veneto-lombardia-urne-chiuse-90-per-cento-votano-si-autonomia-affluenza-quorum-1ab5e474-435d-4d01-abfb-1afdc3c1020c.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Chiusi i seggi alle 23, quorum superato

Referendum in Veneto e Lombardia, per l'autonomia oltre il 90% dei votanti

Più materie di competenza regionale, ma servirà l'approvazione delle Camere. Zaia: "Ho convocato la giunta regionale per lunedì mattina per il progetto di legge sull'autonomia. Sarà il nostro contratto da presentare al governo". Maroni soddisfatto dell'affluenza "superiore al 40%" e del sistema di voto elettronico, "il futuro del voto in Italia". Entrambi i governatori stimano - da dati parziali in loro possesso - una vittoria dei Sì con percentuali attorno al 95%

Condividi
Successo del referendum per una maggiore autonomia nelle regioni Veneto e Lombardia, dove si è votato domenica 22 ottobre dalle 7 alle 23. 

Con 2.955 sezioni su 4.739, pari al 62% del totale, è del 98% la percentuale dei Veneti che hanno detto Sì a una maggior autonomia per la Regione. L'affluenza pressoché definitiva si attesta attorno al 58%.  Il governatore veneto Zaia ha annunciato di aver "convocato la giunta regionale per lunedì mattina per il progetto di legge sull'autonomia. Sarà il nostro contratto da presentare al governo".

"Noi chiediamo tutte le 23 materie, lo dico subito, e i nove decimi delle tasse", ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, parlando del 'contratto' che il Veneto presenterà al Governo per chiedere maggiore autonomia, dopo il referendum. "Incontreremo il presidente del Consiglio - ha aggiunto - quando il nostro progetto sarà pronto".

Il referendum in Lombardia
In Lombardia, il governatore Roberto Maroni spiega "nelle proiezioni che abbiamo oltre il 95% dei cittadini ha detto Sì, il 3% no. Io non esulto, sono felice". ''Sono soddisfatto. Ringrazio i milioni di cittadini lombardi che sono andati a votare hanno votato sì e mi hanno dato questo mandato storico di ottenere l'autonomia vera della Regione Lombardia. Per Maroni le proiezioni indicano un dato finale sull'affluenza attorno al 40% degli aventi diritto. "Da domani partiranno le procedure per avviare il tavolo, cominciando in Consiglio regionale, sentiti gli enti locali, come prevede la Costituzione, e nei prossimi giorni convocheremo tutti gli stakeholder per poi arrivare a presentare la richiesta al governo", ha concluso Maroni.
 
Bressa: "Governo pronto a avviare trattativa" 
Gianclaudio Bressa, sottosegretario per gli Affari regionali, alla chiusura dei seggi elettorali in Lombardia e Veneto ha dichiarato che "l'esito del referendum in Lombardia e Veneto conferma l'importante richiesta di maggiore autonomia per le rispettive regioni. Il governo, come ha sempre dichiarato anche prima del voto di oggi, è pronto ad avviare una trattativa per definire le condizioni e le forme di maggiore autonomia e le relative, necessarie, risorse finanziarie, come del resto sta già avvenendo con la regione Emilia Romagna, che ha già approvato una legge di attuazione dell'articolo 116 comma III della Costituzione". 
Condividi