Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/rifugiati-onu-fd8f9386-2273-4095-8d05-db0bc2afb339.html | rainews/live/ | true
MONDO

Rifugiati, Onu: record di profughi nel 2014, 60 milioni

Nel 2014 - afferma il  rapporto annuale dell'Unhcr Global Trends -  una media giornaliera di 42.500 persone sono diventate rifugiati, richiedenti asilo o sfollati interni, contro i 10.900 del 2010

Condividi

L'Onu registra un record di profughi, nel 2014: sono state 60 milioni le persone costrette e scappare da guerre e violenze. Sono i dati dell'Unhcr nel rapporto "Il mondo in guerra". Rispetto al 2013 i rifugiati e profughi interni sono 8,3 milioni in più: 59,5 milioni contro 51,2.E' il maggiore in- cremento in un anno,registra l'Onu. L'impennata è cominciata nel 2011, con la guerra in Siria, il Paese con il più alto numero di rifugiati:3,8 mln all'estero e 7,6 mln in patria.


Nel 2014 - afferma il  rapporto annuale dell'Unhcr Global Trends -  una media giornaliera di 42.500 persone sono diventate rifugiati, richiedenti asilo o sfollati interni, contro i 10.900 del 2010, e nel mondo un essere umano su 122 è oggi una persona che ha dovuto abbandonare la propria casa. "Se si trattasse della popolazione di un paese risulterebbe il 24/mo paese più popoloso del mondo", afferma l'Unhcr. Circa la metà dei rifugiati sono bambini.
   "Stiamo assistendo ad un cambiamento di paradigma", ha commentato l'Alto Commissario Onu per i rifugiati António Guterres. "E terrificante che da un lato vi è sempre più impunità per chi scatena i conflitti e dall'altro si osserva un'apparente incapacità totale della comunità internazionale a lavorare insieme per fermare le guerre e costruire e preservare la pace".

Condividi