MONDO

Lui e Mandela, due leader opposti

Mugabe, il padre padrone dello Zimbabwe, compie 90 anni. In una clinica lontano da casa

Celebrazioni in tutto il Paese per colui che venne definito dall’arcivescovo Desmond Tutu, premio Nobel per la Pace nel 1984, "l’archetipo del dittatore africano"

Robert Mugabe
Condividi
di Carlotta Macerollo A 90 anni è ancora al timone del suo Zimbabwe dopo aver vinto le elezioni nell'estate del 2013. Già nel 2008 i suoi oppositori lo chiamavano "Il Vecchio" per sottolineare che, dopo 28 anni al potere, il suo tempo era scaduto. Invece, il padre padrone della vecchia Rhodesia da quel 1980, quando il Paese africano si rese indipendente dalla Gran Bretagna, si conquistò un altro mandato. E poi un altro ancora. Con i suoi 34 anni al potere è il dittatore più longevo al mondo, nonostante i dossier Wikileaks parlino già dal 2008 di un cancro alla prostata che si sarebbe diffuso agli altri organi. Ma è anche uno tra i leader più contestati.

"L'archetipo del dittatore africano"
Nacque e trascorse l'infanzia nella missione gesuita di Kutama a nord-ovest di Salisbury (l'attuale Harare), nell'allora Rhodesia Meridionale. Ebbe un'educazione cattolica, frequentò le scuole presso i gesuiti ma questo non gli impedì di aderire alle idee ateo-marxiste negli anni successivi. Frequentò l'università e diventò insegnante. L’arcivescovo sudafricano Desmond Tutu, premio Nobel per la Pace nel 1984, definì Mugabe "l'archetipo del dittatore africano". Imprigionato dagli inglesi, quando il Paese era ancora noto come Rhodesia britannica, cominciò a farsi conoscere durante la guerriglia anti-coloniale degli anni Settanta. La sua nomea di eroe dell’indipendenza, in nome dei diritti dei neri, lo accompagnò nei primi anni di potere. Poi la retorica della battaglia contro il colonialismo e il capitalismo divenne solo la giustificazione di un potere corrotto. L'unico suo successo fu la diffusione dell’educazione, tanto che ancora oggi il tasso di alfabetizzazione del Paese è il più alto di tutto il continente.

Corruzione dilagante
Ma il record è anche per la corruzione. Come in ogni Paese dominato da un solo personaggio e dal suo clan, la corruzione è dilagante, soprattutto in un settore chiave per le esportazioni come quello dei diamanti. Nel novembre scorso, ad esempio, la ngo Partnership Africa Canada ha parlato delle sottrazione di minerali, per un totale di due miliardi di dollari, dalle miniere di Marange, a beneficio dei funzionari statali e trafficanti.

"Persona non grata da Usa e Ue"
Robert Mugabe è accusato di aver instaurato un regime dittatoriale nel suo paese e la controversa politica da lui messa in atto ha portato all'esclusione dello Zimbabwe dal Commonwealth. E' considerato "persona non grata" da Stati Uniti e Unione europea, status che gli nega l'ingresso nei due Paesi tranne per la partecipazione ad eventi organizzati dalle Nazioni Unite e dai suoi organi (ad esempio è intervenuto a Roma in una riunione Fao del 2008). Nonostante il divieto, Mugabe ha partecipato alla cerimonia religiosa di beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, nuovamente a Roma, il 1° maggio 2011, un'eccezione che ha suscitato non poche polemiche. Allo stesso modo, il 19 marzo 2013 è arrivato all'aeroporto di Fiumicino con un volo speciale dell'Air Zimbabwe per poter presenziare alla Santa Messa dell'inaugurazione del pontificato di Papa Francesco.

Mugabe e Mandela, due leader molto diversi
Mugabe è uno dei leader africani più longevi, come Nelson Mandela, morto nel dicembre 2013 a 95 anni. Le loro storie sono iniziate in modo simile, ma poi i due hanno preso strade diametralmente opposte. Come Mandela, Mugabe era un rivoluzionario nero, un prigioniero diventato presidente che dichiarò la riconciliazione tra le razze divenendo così molto amato in Occidente. Come Mandela, perse il padre all'età di 10 anni, divenne attivo in politica all'Africa Fort Hare University, e soffrì la perdita di un figlio. Tuttavia, mentre Mandela ha rinunciato al potere dopo un mandato di 5 anni, Mugabe è al settimo mandato. E mentre il 90° compleanno di Madiba è stato celebrato in tutto il mondo e lui è stato accolto e applaudito durante un concerto ad Hyde Park a Londra, Mugabe raggiunge i suoi 90 anni come un escluso, un paria, in una clinica a Singapore, lontano dal suo Zimbabwe, un Paese che amava tanto ma che ha lasciato sull'orlo del precipizio economico.  
 
Condividi