MONDO

Lo scrisse il Grenfell Action Group nel novembre 2016

Grenfell Tower, la denuncia dei residenti: grattacielo non sicuro, una catastrofe lo dimostrerà

Il comitato di quartiere, attivissimo online, ricorda questa mattina una denuncia di sette mesi fa: sicurezza carente, una catastrofe lo dimostrerà

Condividi
Il Grenfell Action Group - il comitato di cittadini della zona - da tempo aveva denunciato che non venivano rispettate le norme di sicurezza, in particolare quelle anticendio. Lo ricorda questa mattina sul blog, commentando le immagini e le notizie che arrivano dal quartiere, North Kensington, dall'alba di oggi avvolto dal fumo e dalle grida di chi scappa dal rogo della palazzina di 27 piani. 

La denuncia: stanno giocando con il fuoco, una catastrofe lo dimostrerà
La domanda che ci si pone oggi è questa: se e quanto abbiano avuto un impatto sulla sicurezza i lavori di ristrutturazione completati nel 2016, in particolare i rivestimenti in plastica, che potrebbero essere stati cruciali nella propagazione delle fiamme. Giocare con il fuoco è il titolo del post di denuncia dello scorso novembre. Il Grenfell Action Group scrive che "solo una catastrofe metterà a nudo l'incompetenza e l'inettitudine della proprietà (KCTMO) e scriverà la parola fine alle condizioni pericolose, sotto gli standard di sicurezza e di salute, in cui vivono gli abitandi per colpa della proprietà e dei gestori". Attaccano anche il KTMO, definito "una mini-mafia priva di principi" proprio per la gestione del grattacielo. 

Il precedente: il rogo di Camberwell
L'incendio risale al 2009: hanno perso la vita tre bambini e tre donne. All'epoca i Vigili del Fuoco lanciano l'allarme: la propagazione delle fiamme - velocissima - fa pensare a gravi carenze nella scelta dei materiali per la costruzione o la ristrutturazione. Il rischio, avevano fatto sapere, è che anche lo stesso materiale possa essserci anche in altri edifici.

 
Condividi