Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/roma-rintracciata-e-fermata-la-donna-che-investi-e-uccise-il-clochard-nereo-in-corso-italia-05264c9f-4284-4d26-ac91-4a0401fed059.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'identificazione grazie alle telecamere della zona

Roma. Rintracciata e fermata la donna che investì e uccise il clochard Nereo in Corso Italia

Il sostituto procuratore le ha contestato i reati di omicidio stradale, con fuga ed omissione di soccorso 

Condividi
Rintracciata e fermata dalla polizia locale la donna alla guida dell'auto che lo scorso 7 gennaio a Corso d'Italia, travolse e uccise Nereo Murari, il senza fissa dimora di origine veronese, amato e rispettato da tutto il quartiere. L'investitrice, 56 anni, si era data alla fuga subito dopo il tragico incidente. L'identificazione è stata possibile grazie alle telecamere presenti nella zona. 

Gli agenti della polizia locale del Campidoglio, infatti partendo dall'analisi di un filmato acquisito nelle ore immediatamente successive all'evento, sono riusciti a ricostruire l'intero percorso effettuato dalla donna. Si è potuto individuare, così, il modello dell'auto responsabile dell'omicidio stradale, che è risultata essere una Smart di colore scuro e la località in cui l'autovettura ha arrestato la sua corsa, ossia in Via Toscana, dove si è focalizzata l'attività d'indagine.

Ieri, nelle primissime ore del mattino, si è proceduto al fermo della 56enne nei confronti della quale ci sarebbero fondati indizi di colpevolezza. La signora è stata accompagnata al Gruppo Parioli e a seguito dell'interrogatorio con il sostituto procuratore che le ha contestato i reati di omicidio stradale, con fuga ed omissione di soccorso.
Condividi