Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/sacrario-fascista-confermata-condanna-sindaco-affile-3801ea9e-1487-4ee8-a7aa-4f53fb9d8030.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Dedicato a gerarca Rodolfo Graziani

Sacrario fascista, confermata condanna sindaco Affile

Il primo cittadino era stato condannato in primo grado a otto mesi di reclusione. Il monumento fu realizzato con fondi regionali e inaugurato nell'estate del 2012. Nel 2015 la Regione Lazio aveva revocato il finanziamento regionale. Presidente Anpi: "Sono felice. Il fascismo è un crimine contro l'umanità e l'Italia, la sua Costituzione" 

Condividi
La Corte d'Appello ha confermato la condanna di primo grado nei confronti del sindaco di Affile, Ercole Viri, per apologia del fascismo riguardo alla costruzione di una mausoleo in città dedicato al gerarca fascista Rodolfo Graziani. Il primo cittadino era stato condannato in primo grado a otto mesi di reclusione. Confermate le condanne a sei mesi anche per gli assessori Giampiero Frosoni e Lorenzo Peperoni. I giudici di secondo grado hanno anche confermato le statuizioni civili tra le quali la condanna al risarcimento di 8mila euro in favore dell'Associazione nazionale partigiani d'Italia, rappresentata dall'avvocato Emilio Ricci. 

Il monumento fu realizzato con fondi regionali e inaugurato nell'estate del 2012. Nel 2015 la Regione Lazio aveva revocato il finanziamento regionale. La Pisana aveva approvato una delibera con la quale si chiedeva al Comune di Affile l'annullamento dell'atto di giunta comunale del 2012 con cui è stato dedicato al gerarca. L'opera, costata in tutto 125mila euro, aveva scatenato forti polemiche, sfociando anche in interrogazioni parlamentari, esposti, manifestazioni di protesta e iniziative per far rimuovere il sacrario.

Presidente Anpi: "Sono felice. Il fascismo è un crimine contro l'umanità"
"Sono felice per questa notizia. Il fascismo è un crimine contro l'umanità e l'Italia, la sua Costituzione, le sue Istituzioni democratiche lo rifiutano con forza", così afferma il presidente dell'Anpi Carla Nespolo rispetto alla condanna nei confronti del sindaco di Affile, Ercole Viri, e di due assessori dello stesso comune. Con la sentenza, dice ancora l'Anpi, sono state anche confermate le statuizioni civili tra le quali la condanna al risarcimento di 8mila euro in favore dell'associazione nazionale dei partigiani.
Condividi