Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/sacrario-gerarca-fascista-condannato-sindaco-affile-bae8c320-c2cf-401b-8cf5-a5a964408245.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Lo rende noto l'Anpi

​Sacrario gerarca fascista, condannato sindaco Affile

Insieme al sindaco condanna per due assessori, accusati di apologia di fascismo per il monumento a Graziani

Il sacrario a Graziani ad Affile (Ansa)
Condividi
Il sindaco di Affile Ercole Viri e due assessori, Giampiero Frosoni e Lorenzo Peperoni, sono stati condannati rispettivamente a otto e sei mesi per il sacrario al gerarca fascista Rodolfo Graziani. Lo rende noto l'Anpi. La Procura di Tivoli, che ricorrerà in appello, aveva chiesto due anni per il sindaco e un anno e sette mesi per i due assessori tutti accusati di apologia del fascismo. Il pm inoltre aveva chiesto la confisca del monumento.

Anpi: demolire monumento
"Ora si demolisca quella ignobile offesa alla Memoria". Così in una nota l'Anpi provinciale di Roma commenta la condanna inflitta al sindaco di Affile e a due assessori della sua giunta, accusati di apologia del fascismo per l'installazione del monumento dedicato al gerarca fascista Rodolfo Graziani. "Il Comitato Provinciale dell'Anpi di Roma - si legge in una nota - si augura che il sindaco Viri si dimetta e chiede al Comune di Affile, alla Regione Lazio ed al Governo di fare in modo che il monumento sia demolito".

La sentenza di oggi, commenta la neoeletta presidente nazionale dell'associazione dei partigiani, costituisce "una rilevante conquista non solo per l'Anpi, custode e promotrice della memoria della lotta partigiana che fece formale denuncia costituendosi poi parte civile al processo, ma per tutta l'Italia democratica e antifascista. I valori che fondano la Costituzione vincono ancora una volta".

Il legale Anpi: apologia anche con monumenti
"Questa del tribunale di Tivoli è una sentenza significativa perché, finalmente, un giudice si è pronunciato su una questione complessa e delicata affermando che l'apologia del fascismo si manifesta anche con la creazione di
monumenti che celebrano il regime". Così l'avvocato Emilio Ricci, legale dell'Anpi commenta la sentenza emessa per il sacrario di Affile. "È stato un fatto molto grave - ha aggiunto – la realizzazione di un monumento celebrativo in onore di un criminale di guerra, condannato da un tribunale militare per collaborazionismo con il tedesco invasore".
Condividi