Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/scontro-frontale-nella-notte-Cosenza-giovani-morti-feriti-gravi-1e0fb983-33df-43cd-be1f-2b6a8d6c3c42.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Due le autovetture coinvolte nell'incidente

Scontro frontale nella notte a Cosenza: 4 giovani morti e 2 feriti gravi

 Tra le possibili le cause dell'incidente, l'asfalto scivoloso della strada

Condividi
Quattro giovani morti e due feriti gravi. Questo il bilancio di un incidente stradale avvenuto questa notte sulla statale 107 Silana Crotonese, all'altezza del bivio per Rende, nella frazione di Saporito. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Cosenza, i sanitari del 118 e i carabinieri della compagnia di Rende. Tra le possibili le cause dell'incidente, l'asfalto scivoloso della strada.

Due le autovetture coinvolte nell'incidente. I quattro giovani deceduti viaggiavano a bordo della stessa auto che, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con l'altro automezzo, sul quale si trovavano altri due giovani, ora in ospedale in condizioni gravi.

Sono quattro amici cosentini, i ragazzi deceduti. A perdere la vita Alessandro Algieri 18anni, Mario Chiappetta 19 anni, Federico Lentini 18 anni e Paolo Iantorno di 19. Il drammatico impatto ha coinvolto un'altra auto con a bordo una coppia di 33 e 31 anni, rimasti gravemente feriti. 

Il sindaco: "Terribile risveglio"
"La città di Cosenza è affranta dal dolore. La nostra comunità piange la scomparsa di quattro giovanissime vite". Il sindaco, Mario Occhiuto, esprime il suo cordoglio per i ragazzi che sono rimasti vittime di un tragico incidente stradale nella notte tra sabato e domenica sulla strada statale 107 nei pressi del centro abitato di Rende, con altri due feriti in gravi condizioni.  "Abbiamo avuto un terribile risveglio - aggiunge il primo cittadino - penso al futuro spezzato, ai sogni interrotti e all'inimmaginabile sofferenza delle famiglie che hanno perso i loro ragazzi. Non ci sono parole. Ci stringiamo con un forte abbraccio ai genitori, ai parenti, agli amici. Alessandro, Ernesto, Mario e Paolo, che avevano un'intera vita davanti, sono oggi i figli di tutti noi. Una giornata buia, Cosenza è in lutto".
Condividi