Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/sgominata-banda-colf-spaccio-shaboo-997cf88c-7eeb-49e3-8c78-15be5fde8139.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Roma, sgominata banda di colf che spacciava shaboo

Condividi
Sgominata dai carabinieri a Roma la 'banda delle colf'. Sono 47 complessivamente gli arresti per detenzione e spaccio di shaboo.   I militari della compagnia Centro, coadiuvati dai colleghi del Gruppo di Roma e della Compagnia di Viterbo, stanno eseguendo un'ordinanza, emessa dal gip di Roma, che dispone misure cautelari in carcere e ai domiciliari nei confronti di 17 persone, di nazionalità prevalentemente filippina, ma anche italiani e un nigeriano al termine di indagini coordinate dalla procura di Roma - Gruppo Reati gravi contro il patrimonio e stupefacenti.
 
Tra gli arrestati anche collaboratori domestici di professionisti e imprenditori.   Le indagini sviluppate dai carabinieri della stazione Piazza Farnese nel corso di 5 mesi hanno permesso di individuare una vasta rete di persone dedite all'importazione e al successivo spaccio di droga, principalmente shaboo. Durante le indagini sono state arrestate altre 30 persone in flagranza per spaccio e detenzione, presso sale slot o video-lottery.
 
La compravendita dello shaboo, diffusissimo nella comunità filippina, avveniva solitamente a domicilio. In due occasioni i carabinieri hanno intercettato i corrieri, provenienti nel caso da Modena e da Milano, con cospicui carichi di sostanza stupefacente. E' stato accertato che venivano usati metodi ingegnosi per nascondere la droga attraverso l'utilizzo di contenitori muniti di potentissime calamite per poter essere nascosti all'interno del serbatoio dell'auto attaccati a parti della carrozzeria.   Il totale dello shaboo sequestrato durante le indagini ammonta a circa 360 grammi, equivalente a circa 3.600 dosi, per un valore al dettaglio di circa 180mila euro. Inoltre sono state recuperate piccole quantità di altre sostanze stupefacenti(cocaina, speed, hashish e marjuana), oltre a circa 10mila euro in contanti ritenuti provento di spaccio.   
Condividi