Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/shoah-morta-grazia-di-veroli-suo-impegno-per-difesa-memoria-ffd407d7-8faf-4e30-8b70-b4c03995cb62.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Roma

Shoah, morta Grazia Di Veroli: la difesa della Memoria l'impegno della sua vita

Il presidente della comunità ebraica, Dureghello: "Se ne va una cara amica che ha dedicato la sua intera esistenza a combattere l'antisemitismo e qualsiasi deriva razzista e intollerante"

Condividi
È morta a Roma Grazia Di Veroli, esponente della Comunità ebraica romana ed impegnata, in qualità di consigliere dell'Associazione nazionale ex deportati di Roma, nel lavoro di didattica della Shoah e per la difesa della Memoria. Ne dà notizia il sito Shalom.it, magazine della Comunità ebraica di Roma.

Di Veroli, 58 anni, aveva collaborato con ricerche, scritti e interviste a mostre e convegni, nonché a film ('Il servo ungherese' di M. Piesco e G. Molteni) e documentari televisivi ('Roma 1944. L'eccidio delle Ardeatine').

Unanime il cordoglio delle istituzioni, del mondo della politica e della cultura. "Se ne va una cara amica - si legge sul sito nella dichiarazione della presidente della Comunità Ebraica di Roma, Ruth Dureghello - una donna che ha dedicato la sua intera esistenza alla difesa della Memoria e a combattere l'antisemitismo e qualsiasi deriva razzista e intollerante. Un impegno costante che non è mai mancato, volto ad insegnare e a ricordare alle nuove generazioni le tragedie del nazifascismo".
Condividi