Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/siria-usa-prendono-terroristi-beatles-isis-8b06cb1f-b66d-4014-a0d2-7545955bb248.html | rainews/live/ | true
MONDO

Siria, gli Usa prendono in custodia i "Beatles" dell'Isis

I due terroristi britannici responsabili di molte uccisioni e rapimenti e anche della decapitazione del giornalista americano James Foley

Condividi
 Alexanda Kotey ed El Shafee Elsheikh, sul campo 'Jihadi Ringo' e 'Jihadi George': sono i due britannici membri dell'Isis che i militari americani hanno preso in custodia nelle ultime ore. I due erano nelle carceri controllate dai curdi nel nord-est della Siria, il territorio teatro dell'offensiva della Turchia. Secondo una fonte americana, c'è il piano di portare i due negli Stati Uniti per processarli ma nell'immediato potrebbero essere trasferiti in Iraq.       E' stato lo stesso presidente americano, Donald Trump, a rendere noto che gli Usa si sono presi in custodia "alcuni dei più pericolosi combattenti dell'Isis". Si tratta di una quarantina di uomini, considerati tra i piu' efferati jihadisti che erano dispersi in varie carceri sotto il controllo dei curdi. Ma curdi hanno ritirato il personale da questi centri di detenzione per concentrarli sul fronte di guerra.     Alexanda Kotey e El Shafee Elsheikh erano due dei cosiddetti "Beatles", chiamati così per il loro accento: erano parte di una cellula dell'Isis che ha brutalmente torturato e ucciso una ventina di ostaggi occidentali. Tra le loro vittime il giornalista americano James Foley, decapitato in un video propaganda dell'Isis nell'agosto del 2014, un altro giornalista statunitense, Steven Sotloff, il cooperante americano, Peter Kassig. Della cellula faceva parte anche Mohammed Emwazi, più noto come 'Jihadi John', colui che avrebbe decapitato Foley e che sarebbe stato ucciso in un attacco con i droni. Kotey e' accusato dal dipartimento di Stato americano di aver realizzato esecuzioni del gruppo e "torture eccezionalmente crudeli" di giornalisti occidentali e operatori umanitari.  Elsheikh si era invece guadagnato una reputazione per il waterboarding e le crocifissioni.
 
Condividi