Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/spread-risale-petrolio-spinge-energetici-6776bc07-58ec-45e6-9118-3bd150c5073f.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Lo spread risale, il petrolio spinge gli energetici

Condividi
di Fabrizio Patti Spread, dividendi e petrolio sono le tre parole chiave per leggere la giornata di oggi. Borse europee contrastate.

Risale rispetto al calo della mattina ma rimane negativa Milano: il Ftse Mib cede lo 0,34%, anche per l'effetto dello stacco cedole, che ha ridotto il prezzo di titoli pesanti come Fiat Chrysler (-4,01%) e Unicredit (-2,99%).

Appena sotto la parità Francoforte e Parigi, mentre Londra oggi è in controtendenza e cresce dello 0,6%.

A Wall Street apertura di poco in rialzo per Dow Jones +0,06%, Nasdaq, +0,21%. Oggi sono stati diffuse trimestrali sopra le attese per Coca Cola e Procter & Gamble.

Lo spread tra Btp e Bund torna a salire. E' a 263 punti base, con rendimento al 2,67 per cento, 7 punti base in più rispetto alla chiusura precedente, quando era al 2,60%.

Il petrolio frena la corsa la questa mattina, ora il Brent è a 74,10 dollari al barile. Nel corso della mattina aveva sfondato quota 74,5. Prima della pausa pasquale era sotto i 72 dollari. Il petrolio Wti è scambiato a 65,72 dollari al barile.

Non si ferma invece l’ascesa dei titoli petroliferi: Tenaris e Saipem guadagnano entrambi il 3,2%, segue Eni con un +2,38%. Tra i peggiori ancora Juventus, che cede un altro 4%, dando seguito alla discesa iniziata con l’esclusione dalla Champions League.
Condividi