ITALIA

La confessione

Stupri Rimini, due marocchini minorenni dai carabinieri: "Siamo stati noi"

Si sono costituiti alla caserma dei carabinieri di Montecchio di Pesaro. Fermato anche un terzo componente del branco

Condividi
I due 17enni marocchini che si sono costituiti alla caserma dei carabinieri di Montecchio di Pesaro si sono presentati come due del branco che una settimana fa ha stuprato a Miramare una turista polacca, picchiato l'amico, e violentato una prostituta transessuale.

"Siamo stati noi", avrebbero detto i due ragazzi che verranno trasferiti a Rimini per l'interrogatorio in Procura alla presenza del pm che coordina le indagini e di un magistrato del tribunale dei minori di Bologna.

La seconda vittima del branco, la prostituta transessuale peruviana, è stata portata in Questura per il riconoscimento. A
quanto si apprende, il terzo componente del gruppo, anche lui pare minorenne, sarebbe un congolese, mentre il capobanda potrebbe essere un nigeriano, forse l'unico maggiorenne. Uno dei due, a quanto si apprende, sarebbe già stato fermato.
Condividi