Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/terremoto-sisma-magnitudo-3.9-aquilano-e2cce354-f08f-4a7d-81b2-1d776dc40a6c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Terremoto, sisma di magnitudo 3.9 nell'Aquilano

Terremoto nell'Aquilano (Foto Ingv)
Condividi
Un terremoto di magnitudo 3.9 si è verificato nell'Aquilano alle 14.15 ad una profondità di 13 chilometri. L'evento, registrato dalla sala sismica dell'Ingv, ha interessato, in particolare, i Comuni di Pizzoli, Barete, Cagnano e Capitignano. Il terremoto, che non ha provocato danni a persone o cose, è stato distintamente avvertito anche nel capoluogo.

La scossa delle 14:15, registrata con profondità 13 km., è stata distintamente avvertita dalla popolazione in diverse zone de L'Aquila capoluogo e, oltre che nelle località vicine all'epicentro, anche a Sulmona (L'Aquila), a Pescara e a Chieti. A L'Aquila molta gente è uscita in strada. Per il momento non sono segnalati danni nelle zone interessate.  Altre tre scosse si sono susseguite dopo quella delle 14:15: una alle 14:17 di magnitudo 2.9, con epicentro a nord est di Pizzoli e profondità 11 km., una terza alle 14:19 di magnitudo 2.7 con profondità 12 km e una quarta alle 14:21 di magnitudo 2.3 con profondità 13 km.

Enel, ok dighe dopo controlli
Enel informa che, a seguito del terremoto di magnitudo 3.9 registrato nell'Aquilano alle 14:15 "le ricognizioni visive immediatamente effettuate sulle dighe di Campotosto hanno confermato la sicurezza delle opere". "Pur trattandosi di un evento sismico inferiore al livello 4 della scala Richter, valore di riferimento per l'attivazione dei controlli - si legge in una nota - Enel ha già avviato anche le ulteriori misure strumentali e specialistiche richieste per fenomeni di entità maggiore. Tutte le verifiche saranno rese disponibili all'Autorità Nazionale preposta al Controllo Dighe".
Condividi