Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/thailandia-elezioni-emergenza-censura-820a1f16-4320-4e7e-8c99-74b3bc64975c.html | rainews/live/ | true
MONDO

In vista delle elezioni

Thailandia: il governo dichiara lo stato di emergenza

Le nuove misure attivate a Bangkok prevedono la possibilità di vietare le riunione politiche, il coprifuoco e un rafforzamento della censura sui mezzi di comunicazione

Proteste in Thailandia
Condividi
Bangkok E' da novembre che continuano le manifestazioni anti-governative, a Bangkok. E ora, in vista delle elezioni del 2 febbraio, il governo thailandese ha deciso di dichaiare lo stato i emergenza per 60 giorni, nella capitale e nelle zone periferiche, come ha fatto sapere il vicepremier Surapong Tovichakchaikul. 

Le manifestazioni di protesta per chiedere le dimissioni del primo ministro Yingluck Shinawatra - che ha rifiutato e ha indetto le elezioni - hanno infatti più volte bloccato la capitale.

Le nuove misure prevedono il coprifuoco, la possibilità vietare le riunioni politiche, di dichiarare off limits alcune zone di Bangkok e di trattenere le persone sospette e la censura ai media (in un Paese dove non è mai stata del tutto abolita: basti pensare che c'è il divieto assoluto di criticare la monarchia).


 
Condividi