Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/tintin-traduzioni-lingue-dialetti-e47017a8-70d0-47e5-8178-85599f81956e.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Oltre 230 milioni di album venduti

Le 100 lingue di Tintin: un successo anche in bretone, papiamento e wolof

Il famosissimo fumetto di Hergé è un pilastro della diaspora senegalese, da quando è stato tradotto in wolof. In Francia si moltiplicano e vanno a ruba le versioni regionali. Un successo che ha stupito persino l'editore

Copyright © Hergé/Moulisnart 2014
Condividi
di Veronica Fernandez Al posto di vivere nuove avventure, Tintin parla nuove lingue come il senegalese wolof, i creoli papiamento e tahitiano, persino il dialetto delle isole Faroe. E una serie nutrita di lingue regionali francesi. 

6.500 copie nel dialetto del Cognac
A dicembre è uscito l'album "L'Ilate negue", la versione dell'Isola nera in saintongeais, il patois parlato nella regione del Cognac. Un successo che ha stupito persino la casa editrice: "Siamo rimasti sopresi - ha dichiarato Maryse Guedeau, che guida il progetto - le 6.500 copie sono andate a ruba". 

La strategia dell'editore: coinvolgere le associazioni culturali
E così Tintin è stato tradotto in più di 100 lingue e dialetti e ha venduto oltre 230 milioni di album in tutto il mondo: "Vogliamo che venga letto nel maggior numero di lingue possibile - ha detto Simon Casterman, direttore commerciale della casa editrice storica di Tintin - 
che siano lingue vere e proprie o dialetti". Per quanto riguarda i dialetti e le lingue regionali, la strategia di Casterman consiste nel rispondere alla domanda di associazioni e centri culturali che chiedono la traduzione, in modo che poi siano loro a tradurre, finanziare e promuovere l'album. E' così che si sono moltiplicate le traduzioni in Francia - in bretone, corso e ch'ti, un dialetto parlato nel nord delle Alpi - e in Belgio, nei dialetti di Anversa e Ostenda. 

Il caso del wolof: amatissimo dalla diaspora senegalese
Interessante anche il caso del wolof, parlato da 10 milioni di persone in Senegal: il fumetto ha avuto un'importanza fondamentale per la diaspora senegalese, come ha scritto Abdou Diouf, il Segretario Generale della Francophonie, nella prefazione di Kumpag wangalang wi, la traduzione de Il Segreto dell'Unicorno. A scriverla, un pool di volontari residenti in vari Paesi del mondo reclutati via internet. 

Il futuro di Tintin: dall'India al Mali
Casterman ora guarda all'India, dove Tintin è molto popolare, per le prossime edizioni nelle lingue parlate in Bengala e Tamil Nadu. Altri progetti in corso sono in armeno, yiddish e bambara, una delle lingue parlate in Mali. 

La sfida dei traduttori: gli insulti del capitano Haddock
Compito dei traduttori è anche trovare una forma nelle nuove lingue per gli insulti coloriti e intraducibili del capitano Haddock " e anche ribattezzare i personaggi. E così "Dupont et
Dupond" sono diventati "Schutze und Schulze" in tedesco, "Thomson and Thompson"in inglese, "Hernandez y Fernandez" in spagnolo e "Ar Bras/Ar Braz" in bretone. 

In Russia spopola anche il film
In Paesi come la Russia la popolarità di Tintin è cresciuta in modo esponenziale con il Il Segreto dell'Unicorno - il film di Steven Spielberg di cui qui si può vedere il trailer in italiano - che ha rilanciato le avventure dell'eroe disegnato da Hergé. 
Condividi