Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/tinto-brass-grave-ospedale-roma-4616343e-51ce-4ec6-9b15-f6f76a3ec42d.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Roma, ricoverato il regista Tinto Brass

Condividi
"In merito al ricovero del regista Tinto Brass, si comunica che il paziente è giunto lo scorso 9 luglio alle ore 6.00 in Pronto Soccorso e, a seguito di accertamenti medici, è stato trasferito in un'unità di terapia intensiva. Risulta al momento in discrete condizioni generali, vigile e collaborante. Ulteriori esami sono tutt'ora in corso". Queste le condizioni del regista secondo il Bollettino medico diffuso a Roma dall'Ospedale Sant'Andrea.

Ad anticipare la notizia del ricovero del regista di 86 anni era stato il 'Corriere della Sera' che ha sentito la moglie, Caterina Varzi: "Si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione". Brass, colpito da un ictus nel 2010 dal quale si era completamente ripreso, stava lavorando ad un nuovo film. 

Secondo il Corriere della Sera, la situazione è precipitata lunedì sera nella villa di Isola Farnese dove il regista vive da molti anni. Sempre il quotidiano riporta le parole dette dal regista a proposito del fortissimo legame che lo lega alla moglie e le sue idee sul fine vita: "Nel caso io non sia più in grado di badare a me stesso, Caterina sceglierà per me la cosa giusta. Le consegno la chiave della mia vita, sicuro che la girerà al momento giusto".

Nato a Milano il 26 marzo 1933 ha iniziato la sua lunghissima e densa carriera negli anni Sessanta. Poi i film di successo come "La chiave" con Stefania Sandrelli, "Miranda" con Serena Grandi, "Capriccio" con Francesca Dellera, "Senso '45" con Anna Galiena.    
Condividi