Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/trasporti-de-micheli-autostrade-revisione-concessione-d69c044d-2d31-4a7d-8997-26db65c9ffbf.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Audizione della commissione Trasporti alla Camera

Trasporti, De Micheli: "Avvieremo la revisione delle concessioni autostradali"

Il futuro del trasporto in Italia è stato presentato dalla ministra De Micheli oggi alla IX commissione della Camera. Vari i punti cardine del progetto di rilancio, a partire dalla revisione delle concessioni autostradali per arrivare fino agli investimenti per metro, tram e treni intercity

Condividi
"Sarà avviata la revisione delle concessioni autostradali, garantendo trasparenza e competitività, oltre a un corretto equilibrio tra interessi imprenditoriali e l'interesse pubblico, nonché il costante miglioramento del servizio per gli utenti, dando attuazione alle delibere dell'Autorità di regolazione dei trasporti". Lo ha detto la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, ascoltata dalla IX commissione della Camera sulle linee programmatiche del Mit in materia di Trasporti. 

Rilanciare gli investimenti
Alcune norme del codice degli appalti saranno riviste, ha detto inoltre la ministra De Micheli: "E' obiettivo fondamentale del ministero rilanciare gli investimenti sia pubblici che privati. Verranno messe in campo tutte le azioni necessarie per garantire appalti pubblici sostenibili, trasparenti e con tempi certi, anche intervenendo sul complesso delle disposizioni normative per introdurre, nel rispetto delle direttive comunitarie, strumenti di flessibilità che consentano la celerità delle procedure e la semplificazione documentale e integrazione di processi autorizzativi omologhi attualmente gestiti da enti differenti, rivedendo alcune disposizioni del codice degli appalti".

3 miliardi per metro e tram
"E' necessario incrementare le risorse per le nuove infrastrutture di trasporto rapido di massa, per le quali già nelle prossime settimane il Ministero procederà all'assegnazione di oltre tre miliardi di euro per il completamento di linee metropolitane e la realizzazione di nuove linee tranviarie e filoviarie in tutto il paese. In relazione al riparto del nuovo Fondo Investimenti, sono stati chiesti oltre due miliardi aggiuntivi, di cui 750 nel primo triennio, a fronte di interventi in fase molto avanzata di progettazione".

Metro di Roma sotto osservazione
"Il 23 mattina incontrerò la sindaca Raggi, noi comunque a prescindere dall'incontro con la sindaca abbiamo messo in moto una attività di vigilanza sulla metropolitana romana. Quindi tutto quello che rientra nelle competenze del ministero lo faremo a supporto di quelle che devono essere le attività di ordinaria gestione del Comune e della società di gestione". la ministra ha poi affermato che a Raggi verrà illustrata "una serie di opportunità".

Nuovi treni Intercity
"Si completerà il processo di rinnovo del parco rotabile del servizio ferroviario regionale con il contributo dello Stato, delle Regioni e di Trenitalia e si procederà in tempi rapidi al completo rinnovo dei treni intercity del contratto di servizio di Trenitalia con lo Stato. Anche il servizio di trasporto pubblico per le isole e per la navigazione lacuale conoscerà un rinnovo senza precedenti delle navi e dei traghetti".

Mobilità sostenibile per Enti locali
La ministra ha spiegato che sarà data rapida e completa attuazione al piano nazionale strategico per la mobilità sostenibile che mette a disposizione di Regioni, città metropolitane e enti locali oltre quattro miliardi di euro, con la consapevolezza che autobus più moderni, più confortevoli e meno inquinanti possano contribuire al miglioramento della qualità dell'aria e all'incremento della modalità pubblica rispetto a quella privata. Secondo Paola De Micheli "si completerà il processo di rinnovo del parco rotabile del servizio ferroviario regionale con il contributo dello Stato, delle Regioni e di Trenitalia".

Alitalia
Nel corso dell'audizione, la ministra De Micheli ha anche fatto riferimento alla vicenda Alitalia: "Alla luce delle dichiarazioni uscite ieri sera da parte di Rfi e Atlantia sulla disponibilità a proseguire siamo in attesa di avere comunicazioni ufficiali e atti. A quel punto con il ministro Patuanelli si deciderà su come proseguire. Abbiamo apprezzato che la disponibilità dei soggetti citati sia per un "rilancio dell'azienda e non un salvataggio".

In attesa comunicazioni commissari 
"Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli è molto concentrato. Noi come ministero diamo supporto all'attività svolta dai commissari. Alla luce delle dichiarazioni di Fs e Atlantia, siamo in attesa di avere le comunicazioni relative da parte dei commissari non a me ma al ministro Patuanelli e sulla base di ciò si deciderà come proseguire sulla base di atti". Così il ministro De Micheli, nel corso di un'audizione alla Camera in Commissione Trasporti. "Il dato positivo di ieri è che è stata confermata da parte dei cda di Atlantia e Fs una determinazione a lavorare su un impianto di piano industriale che rilanci l'azienda e non la salvi", aggiunge.

Valorizzare gli aeroporti minori
"Un trasporto aereo efficiente in un Paese moderno è fondamentale per l'intera economia. Le previsioni di Cassa depositi e prestiti stimano che una crescita del 10% dell'offerta intercontinentale possa determinare un aumento di investimenti esteri pari al 4,7%. Disporre, pertanto, di strutture infrastrutturali adeguate nel settore aeroportuale risulta indispensabile per capitalizzare le enormi potenzialità offerte dal mercato, soddisfare un flusso di passeggeri in costante aumento e realizzare trasporti cargo attrattivi. Contestualmente, regole certe, sinergie di reti aeroportuali e valorizzazione degli aeroporti minori costituiscono interventi essenziali per la crescita dell'intero comparto". 
Condividi