Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ucraina-bandite-tutte-le-emittenti-tv-russe-sul-territorio-bce582e5-6f5a-42b6-81a0-f3e46c9020ff.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Quindici emittenti russe nella lista nera delle autorità di Kiev

Guerra dell'etere in Ucraina: censurata praticamente ogni tv dalla Russia

La crisi tra Ucraina e Russia investe anche il settore dell'informazione e delle telecomunicazioni, oltre che via etere, anche via telematica

Condividi
Le autorità ucraine hanno pubblicato una lista vietando la diffusione con ogni mezzo dei contenuti trasmessi da 15 TV russe. È una decisione del Consiglio nazionale per la radiotelevisione. Nell'elenco risultano inseriti il canale ORT, la all news Russia 24, il principale emittente privato NTV, ma anche web-TV Lifenews e il canale pubblico russo in lingua inglese Russia Today. Con questa delibera praticamente l’intera produzione televisiva russa è bandita in Ucraina.

In precedenza la diffusione di 4 canali satellitari russi, RTR-Planeta, Russia24, NTV-mondo e 1 canale – world net era stata già vietata per decisione della corte di Kiev perché diffondevano informazioni che minano la sicurezza, sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina.

La polizia ucraina è stata incaricata di monitorare, cercare e reprimere la diffusione illegale delle TV russe. In particolare i blitz della polizia si svolgeranno regolarmente nei luoghi del ritrovo di massa della cittadinanza hotel, camping, club privati e circoli culturali per far cessare un’ipotetica diffusione dei programmi tv tra le reti a circuito chiuso, via cavo e via internet. Inoltre per bloccare la diffusione del segnale delle TV russe via satellite le autorità ucraine hanno ripristinato i vecchi disturbatori del segnale radio e tv dell’epoca sovietica quando venivano usati per censurare le emittenti radio straniere in lingua russa.
Condividi