Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ue-padoan-per-commissione-italia-elemento-incertezza-dac1f580-01ad-44e2-a8fa-da4e46898c61.html | rainews/media/ | (none)
ECONOMIA

Ecofin

Ue, Padoan: "Per Commissione Italia elemento incertezza"

"Tutti mi hanno chiesto cosa succede in Italia e la risposta è stata non lo so c'è un grande interesse. Lo stesso commissario Moscovici ha citato l'Italia come elemento di incertezza della zona euro"

Condividi
La Commissione europea considera l'Italia "un elemento di incertezza" per la zona euro. Lo dice il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, al termine della riunione dell'Ecofin a Bruxelles. "Non commento le dichiarazioni di Salvini e non so se i miei colleghi le abbiano viste", ha premesso Padoan. 

Tutti" all'Eurogruppo e all'Ecofin "mi hanno chiesto cosa succederà in Italia e gli ho detto non lo so". Così il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha risposto a chi gli chiedeva se i colleghi fossero preoccupati per la situazione italiana post elettorale. "Credo che sia la risposta più onesta, gli ho descritto tutte le ipotesi sul tappeto, descrivendo più o meno la distribuzione dei voti tra i vari partiti politici", ha aggiunto Padoan. "C'è sicuramente un grande interesse" sull'Italia.

Ue aperta e paziente su documento nuovo governo
L'Unione europea aspetta in maniera "aperta e paziente" il documento programmatico che il nuovo governo italiano invierà a Bruxelles, ha detto il ministro Padoan, al termine dei lavori dell'Ecofin.  Padoan ha riferito di avere avuto una serie di incontri con il commissario Pierre Moscovici, con il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno e con il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis, per informarli "del lavoro che stiamo fancedo in Italia sulla scrittura del documento sul quadro macroeconomico tendenziale e del fatto che, implicitamente, finché non ci sarà un nuovo governo la Commissione dovrà attendere invio di un documento programmatico che spetterà al nuovo governo redigere. La Commissione si è mostrata assolutamente aperta e paziente ad attendere questo passaggio, del resto ci sono stati altri precedenti in passato", ha concluso Padoan.

Misure Ue su Npl smussano polemiche dopo Bce 
Le misure che la Commissione Ue presenterà domani sui crediti deteriorati delle banche "smussano gli angoli delle polemica e rendono il processo molto più gestibile", rispetto a quanto era emerso dall'addendum della Bce sul tema. Lo dice il ministro dell'Economia, Pier carlo Padoan, precisando che durante la riunione dell'Ecofin "non si è discusso di questo". Padoan ha ribadito che la Ue ha riconoscito i progressi fatti dall'Italia sul fronte degli Npl, e ha detto che "la velocità di cessione delle sofferenze è andata aumentando negli ultimi 12-15 mesi, e questo è un fatto ampiamente riconosciuto che dice del grande sforzo di riduzione del rischio che sta avvenendo nell'economia italiana". 

 
Condividi