Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ultras-ucciso-no-da-tar-ricorso-famiglia-su-funerali-e9894526-09f8-45ed-9141-b527ba00b985.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La moglie: domani non andremo a funerale

Ultras ucciso: no da Tar a ricorso famiglia su funerali

Condividi
Il Tar ha respinto il ricorso della famiglia di Fabrizio Piscitelli contro l'ordinanza del questore di Roma che vieta i funerali pubblici "per motivi di ordine e sicurezza". Lo si apprende dalla moglie dell'ultras biancoceleste noto come Diabolik, ucciso nei giorni scorsi a Roma.

"Alla luce della decisione del Tar ribadisco che tutta la famiglia di Fabrizio domani non si presenterà al funerale. Ad oggi non ho neanche fatto il riconoscimento della salma di mio marito". A dirlo all'Ansa, Rita Corazza, la moglie di Fabrizio Piscitelli. "Faccio appello a tutte le persone che gli volevano bene e intendevano dargli l'ultimo saluto di non presentarsi domani all'alba al cimitero Flaminio - aggiunge - Solo così possiamo rendergli giustizia e stringerci insieme in un unico dolore".

"Domani noi non ci presenteremo". Lo scrive su Facebook Giorgia Piscitelli, figlia del leader degli Irriducibili, confermando che domani la famiglia non intende partecipare alle esequie private, disposte dal Questore di Roma alle 6 di mattina al cimitero Flaminio per motivi di ordine pubblico.

"Ci tengo a ribadire che il nostro obiettivo non era nessun funerale di Stato, bensì un funerale normale, dove potevamo dare un saluto a mio padre alla luce del sole, sostenuta da tutti i suoi amici e parenti". Così Ginevra, figlia del capo ultras della Lazio Fabrizio Piscitelli, ucciso a Roma, in un post su Facebook.

Ricorso a Consiglio di Stato
"Dopo aver letto l'ordinanza con le motivazioni del Tar che respinge il nostro ricorso contro il divieto del Questore di Roma, Carmine Esposito, decideremo se fare ricorso. Ma credo, vista la situazione, che lo faremo sicuramente", ha detto all'Agi l'avvocato Marco Marronaro, legale della famiglia di "I tempi - ha aggiunto il legale - non saranno però brevissimi".

Questore: obiettivo garantire sicurezza
"L'obiettivo della mia ordinanza è di evitare che ci possano essere delicati problemi legati alla sicurezza o all'ordine pubblico". Lo ha detto il questore di Roma, Carmine Esposito, in merito al provvedimento sul funerale di Fabrizio Piscitelli. "La mia intenzione non è assolutamente quella di interferire con la cerimonia religiosa o di negare questo momento ai familiari" ha aggiunto Esposito. In serata i familiari di Piscitelli sono stati ricevuti in Questura.

Tifosi Lazio: nessuno al cimitero 
"In segno di rispetto assoluto nei confronti dei familiari di Fabrizio gli Irriducibili Lazio accolgono l'invito lanciato dalla famiglia e non saremo presenti domani mattina al cimitero Flaminio". Così gli Irriducibili, gruppo leader della tifoseria laziale, a seguito della decisione della famiglia di Fabrizio Piscitelli. "Pertanto - proseguono gli Irriducibili -  estendiamo l'appello a tutti i tifosi della Lazio e non, e ai tanti amici di Fabrizio. È obbligo morale di tutti rispettare la volontà della famiglia".
Condividi