Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/usa-attacco-Florida-Fbi-non-esclude-il-terrorismo-ba34d114-0ddf-4630-9355-5a289374e98b.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Dopo la strage

Usa: attacco Florida, Fbi non esclude il terrorismo

Condividi
Esteban Santiago, il killer che venerdì ha ucciso 5 persone e ne ha ferite 8 all'aeroporto di Fort Lauderdale, in Florida, è stato interrogato e "resta detenuto nella prigione della contea di Broward".

Lo ha affermato in una conferenza stampa George Piro, agente dell'ufficio dell'Fbi di Miami, aggiungendo che per il momento non si esclude alcuna pista, compresa quella terroristica.

"Abbiamo interrogato circa 175 testimoni, abbiamo recuperato registrazioni video, prove sul posto e continueremo a indagare su tutte le piste possibili. Non escludiamo nulla. Per il momento continuiamo a esaminare la pista terroristica come potenziale motivazione per questo attacco", ha aggiunto Piro.

Secondo la polizia, Santiago ha rispettato tutte le procedure legali previste per il trasporto della sua arma, una pistola semiautomatica di 9 millimetri, che è legale negli Stati Uniti. Ex soldato della Guardia Nazionale per 26 anni, l'uomo è arrivato dalla città di Anchorage in Alaska e ha iniziato a sparare nella zona bagagli dello scalo di Fort Lauderdale.

L'uomo non era nelle liste no-fly, secondo i primi elementi dell'inchiesta, e apparentemente nessun alterco con altri passeggeri ha preceduto la sparatoria. "Sembra che abbia agito da solo, ma come ho detto, siamo solo all'inizio delle indagini", ha affermato. Piro ha aggiunto che i feriti sono sei, tre dei quali sono in condizioni stabili e altri tre sono ricoverati in terapia intensiva. Le cinque vittime sono state identificate ma la loro identità non è stata ancora rivelata.
Condividi