Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/valanga-svizzera-travolge-sciatori-morto-e-feriti-299d5856-b0c7-4040-980c-fc13b7b336f4.html | rainews/live/ | true
MONDO

Sospese le ricerche

Valanga in Svizzera travolge sciatori, un morto e tre feriti

E' deceduto uno dei quattro feriti recuperati ieri sotto la neve

Valanga su pista a Crans-Montana (Ansa)
Condividi
 E' morto uno degli sciatori travolti ieri a Crans Montana, sulle Alpi svizzere, da una valanga. Lo rende noto la polizia cantonale spiegando che si tratta di un poliziotto francese di 34 anni che era stato estratto ieri da sotto la neve in gravi condizioni ed è deceduto nella notte in ospedale.


 
L'incidente è avvenuto intorno alle 14 di ieri la polizia aveva dichiarato che "diverse persone" erano rimaste sepolte dalla valanga che ha investito la pista di Plaine Morte, nella nota località sciistica. L'incidente è avvenuto  in una giornata senza allerta di rilievo: la valanga si è abbattuta con violenza sulla località sciistica delle Alpi svizzere.  Circa dieci-dodici persone sarebbero rimaste coinvolte

Sul posto sono subito arrivati diversi mezzi di soccorso - eliambulanze, vigili del fuoco, otto elicotteri, i cani da valanga e dei militari - a cui si sono aggiunti insegnanti delle scuole di sci e lo staff delle stazioni sciistiche vicine, per un totale di 240 persone.

Settimana bianca
La Plaine-Morte, località a 3000 metri di altezza, è la pista da sci più alta di Crans-Montana, stazione sciistica molto frequentata in questa settimana di chiusura delle scuole. 

Valanga di primavera
"E' stata una valanga di primavera, molto compatta", ha spiegato uno dei dipendenti del resort a Crans-Montana, aggiungendo che sulla pista coinvolta gli sciatori "non si attrezzano con i rilevatori di valanghe". perché il rischio é considerato basso. Il sito internet della stazione sciistica infatti indicava un rischio valanghe 2 su una scala che va da 1 a 5.

Gare di Coppa
A Crans-Montana, il prossimo week-end, sono in programma le gare femminili della Coppa del mondo di sci. Il patron del torneo, Marius Robyr, ha spiegato che questo incidente non dovrebbe mettere a rischio la competizione: "Piuttosto che rimandare indietro i 120 soldati che ci stanno aiutando a preparare la pista, abbiamo chiesto loro di aiutare i soccorritori", ha spiegato.

Condividi