Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/viaggiare-estate-2015-2c0edd3e-b6f6-4d15-a1e9-9adff6806c0d.html | rainews/live/ | (none)
TENDENZE

Cresce l’attenzione ai costi

“Viaggiare nell’estate 2015”: le anticipazioni a RaiNews24 dell’indagine dell’Istituto Demopolis

La crisi pesa, ma gli italiani non rinunciano alle vacanze: si punta oggi su gite e soggiorni più brevi, su voli low cost o su mete facilmente raggiungibili. Mare e patrimonio culturale risultano determinanti nella scelta di una meta turistica. E, secondo la ricerca dell’Istituto Demopolis, viaggiare per eventi piace sempre di più

Condividi
Se il mare è un must delle vacanze estive per il 66% degli italiani, il patrimonio storico e l’offerta culturale rappresentano ragione di scelta di una meta turistica per il 51% di chi viaggia. Sono alcune delle anticipazioni dell’indagine “Viaggiare nell’estate 2015”, condotta nel giugno 2015 dall’Istituto Demopolis, che ha analizzato le preferenze e le tendenze della domanda turistica italiana.

“In tempi di crisi – ha detto a RaiNews24 il direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento – poco più di un terzo degli italiani afferma di aver ridotto i propri giorni di vacanza, che sono rimasti invece più o meno invariati per quasi 6 intervistati su 10. Costi e possibilità di risparmiare incidono significativamente: la crisi pesa, ma non si rinuncia alle vacanze. Si punta oggi, più che in passato, su gite e soggiorni più brevi, su voli low cost o su mete facilmente raggiungibili. Ed il mare – ha concluso Pietro Vento – continua a rappresentare la variabile attrattiva fondamentale per circa i due terzi degli intervistati”.

Nota informativa - I dati sono tratti dall’indagine “Viaggiare nell’estate 2015”, realizzata nel giugno 2015 dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, su un campione nazionale stratificato di 1.000 intervistati, rappresentativo dell’universo dei cittadini italiani. Approfondimenti e metodologia su:www.demopolis.it
Condividi