Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/vini-addio-a-bruno-giacosa-storico-produttore-barolo-e-barbaresco-100ef03f-735a-4f76-b44c-a0201fbe808c.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Università di Pollenzo: un gigante dei vini di Langa

Vini. Addio a Bruno Giacosa, storico produttore Barolo e Barbaresco

Nel 2004 aveva ceduto la guida dell'azienda alla figlia Bruna. Giacosa fu il primo a ricevere la laurea honoris causa dall'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo nel 2012

Condividi
E' morto a Cuneo all'età di 88 anni Bruno Giacosa, gigante del vino piemontese e storico produttore di Barolo e Barbaresco. Originario di Neive, piccolo comune delle Langhe, negli anni Giacosa non si è mai allontanato dalla sua terra natia, dove dal 1967 ha avviato una cantina divenuta fra le piu' apprezzate a livello internazionale. Era da tempo malato.

Giacosa era considerato il re del Nebbiolo, il vitigno di cui Barolo e Barbaresco sono le espressioni migliori. Fondatore dell'Azienda agricola Falletto e proprietario della Casa vinicola Bruno Giacosa, ereditata dal nonno, nel 2004 aveva ceduto la guida dell'azienda alla figlia Bruna. Giacosa fu il primo a ricevere la laurea honoris causa dall'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo nel 2012. In quella occasione disse: "La cosa che mi fa più piacere, al di là della mia cantina, è vedere che le Langhe sono diventate sempre più un luogo in cui si produce qualità, che il nome di queste terre è stato inserito nella ristretta cerchia delle aree più vocate del pianeta, che questi vini hanno finalmente il successo che io, fin da giovane, speravo che avrebbero potuto meritarsi".

E ancora: "Sono orgoglioso di aver contribuito a diffondere nel mondo l'immagine dei vini Barolo e Barbaresco: ci saranno ancora crisi economiche e si potranno ridurre ancora i consumi di vino, ma questi due nomi sono entrati nel cuore e nella bocca di tanti appassionati e ci garantiscono di poter guardare al futuro con un po' di serenità".
 
Condividi