Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/wwworkers-alla-camera-dei-deputati-il-30-giugno-e2174780-0e1d-4d9a-a68f-bd0e6e40eb0a.html | rainews/live/ | true
TECH

Rainews24 media partner dell'evento

wwworkers, gli artigiani digitali tornano a Montecitorio

Imprenditori, professionisti, ma anche artigiani, commercianti e contadini che reinterpretano mestieri tradizionali in chiave 2.0 e approdano online per vendere all'estero e internazionalizzare l'impresa. Torna l'appuntamento con wwworkers, l'evento che porta gli innovatori nel Palazzo della politica

Condividi
di Celia GuimaraesRoma Giovedì 30 giugno i lavoratori della rete torneranno alla Camera dei Deputati per interrogare la politica e presentare le storie dei wwworkers di successo: imprenditori, professionisti, ma anche artigiani, commercianti e contadini che reinterpretano mestieri tradizionali in chiave 2.0 e approdano online per vendere all'estero e internazionalizzare l'impresa.  
Saranno loro stessi a indicare ai parlamentari le 10 azioni per portare l'Italia nell'economia digitale, per comprendere cosa è stato fatto e cosa c'è ancora da fare. Per ognuno dei dieci punti sarà data una risposta da parte dei rappresentanti dei diversi schieramenti e il fact-checking di Pagella Politica. Rainews24 è media partner di wwworkers.

Sarà il momento per ascoltare anche una ventina di storie di questa nuova imprenitorialità. Qui il sito dell'evento con il programma completo e il link per registrarsi. La partecipazione è gratuita. 

Le storie 

Bashkim Sejdiu e la sua app per aiutare gli immigrati - Varese
Nel varesotto c’è chi ha deciso di aiutare gli immigrati che arrivano nel nostro Paese con una app. L’unica in Europa che favorisce l’integrazione e snellisce la burocrazia. Perché ci sono più di 5 milioni di stranieri regolari in Italia che si trovano davanti mille difficoltà burocratiche e la Pubblica Amministrazione non riesce ad interagire con un pubblico sempre più variegato. L’app si chiama Infostranieri e a metterla in rete è stato il trentenne di origine albanese Bashkim Sejdiu, arrivato in Italia ventidue anni fa vivendo sulla propria pelle tutte le difficoltà.
 
Nicolò Grippaldi, il vignaiolo biodinamico - Gagliardo Castelferrato, Enna
Nicolò ha 30 anni. Dopo 8 anni nel nord-Italia, con una laurea di lettere in tasca, ha deciso di tornare nella sua Gagliardo Castelferrato, tremila anime in provincia di Enna, per piantare un vigneto di 2 ettari nei terreni abbandonati dei suoi bisnonni e fare il vignaiolo biodinamico. E lo fa armato di smartphone: lavora la terra con preparati biodinamici a base di letame dinamizzato ed erbe officinali e vende online partendo dai suoi account fotografici sui social. Alcuni lo hanno definito un pioniere perché dopo la fillossera in tutta la provincia di Enna nei primi del 1900 furono estirpati tutti i vigneti e mai più ripiantati, altri un folle, altri ancora un sognatore. Lui si sente semplicemente un vignaiolo biodinamico che ama ciò che fa.
 
Sandro Tiberi, l’unico maestro cartaio digitale - Fabriano
Nelle colline marchigiane un mestiere artigiano secolare rivive con le nuove tecnologie. A Fabriano, regno incontrastato per la lavorazione della carta, c’è l’unico maestro cartaio digitale. Sandro Tiberi - 52enne di Fabriano entrato nelle cartiere trent’anni fa e poi messosi in proprio – utilizza le nanotecnologie idrorepellenti applicandole alle superficie della carta, che diventa così resistente all’acqua o all’olio. Nella sua bottega lavorano sette giovanissimi assunti con la sua startup innovativa navigabile su Sandrotiberi.com. Dalle carte anti-contraffazione con un chip che le protegge a quelle iniettate di oro o platino che diventano pezzi unici, per Sandro il suo mestiere si avvicina all'arte e ne è innamorato.
 
Olivia Monteforte, la bottega di scarpe è anche su Instagram - Pesaro
Con una laurea in filosofia in tasca, Olivia Monteforte decide di cambiar strada e prendere un diploma in design calzaturiero. “Può sembrare paradossale, ma da questo percorso nasce la mia passione per l’artigianato”, ci racconta. Così oggi a 33 anni, nella regione leader al mondo della produzione nel settore, realizza a mano scarpe su misura curando in prima persona stile e progettazione. La sua bottega è sotto casa e online sul social network fotografico Instagram. E poi Olivia è anche su Italian Stories, portale che racconta le migliori eccellenze artigiane italiane.
Manukafashion, una sartoria in rete tra Italia e Africa - Roma
Fili colorati che legano l’Africa all’Italia. Ad intrecciarli tre imprenditrici sociali tutte sui 35 anni e con esperienze tra Nigeria, Malawi, Giordania e Brasile. Hanno dato vita a Manukafashion, una società cooperativa nel campo tessile: articoli coloratissimi per la casa e la persona in stile africano. La sede è a Roma dove collaborano con sarti e sarte provenienti dalle comunità di migranti, offrendo loro l’opportunità di formarsi e sviluppare professionalità nel nostro Paese, mentre le stoffe arrivano da Uganda e Ghana, lavorate sul posto da piccoli produttori e cooperative. Le creazioni si possono ammirare online su Manukafashion.com
 


 
Condividi