Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/yemen-onu-guterres-chiede-indagine-indipendente-strage-bus-ed959f2d-6db2-4c12-bc2b-a58f32d0076d.html | rainews/live/ | (none)
Rai News
MONDO

Le parti rispettino obblighi diritto internazionale umanitario

Yemen, il segretario dell'Onu Guterres chiede un'indagine indipendente sulla strage del bus

Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha "chiesto un'indagine indipendente e tempestiva" su un attacco aereo della coalizione guidata dall'Arabia Saudita in Yemen, che ha provocato la strage di bambini sull'autobus nel distretto settentrionale di Majz.

Guterres, in una nota del portavoce, ha "condannato" l'attacco e affermato che "tutte le parti devono rispettare gli obblighi ai sensi del diritto internazionale umanitario, in particolare le regole fondamentali di proporzionalità e precauzione negli attacchi". e ha rinnovato urgentemente la sua "richiesta di una soluzione politica negoziata attraverso un dialogo inclusivo intra-yemenita come unico modo per porre fine al conflitto".

La coalizione saudita annuncia un'inchiesta
La coalizione araba a guida saudita ha annunciato l'apertura di un indagine sul raid, compiuto ieri da suoi aerei, contro un bus carico di minori nel Nord dello Yemen costato la vita a 47 persone e ferito altri 77, "in gran parte bambini" come denunciato la Croce Rossa Internazionale. Ieri il portavoce della stessa Coalizione aveva dichiarato che l'attacco "è stata una legittima azione" di rappresaglia i risposta al lancio di missili da parte dei ribelli yemeniti. "Il comando della coalizione ha ordinato l'immediata apertura di un'indagine per valutare gli eventi, per chiarire le loro circostanze (...)", ha affermato un alto responsabile di questa alleanza militare citato dall'agenzia stampa ufficiale saudita SPA. La decisione segue rapporti riportati "dai media e dalle organizzazioni internazionali che lavorano nello Yemen a proposito di un'operazione delle forze della coalizione nella provincia di Saada giovedì e di un autobus passeggeri che ha subito danni collaterali dall'operazione", ha aggiunto il funzionario.

Secondo la Croce Rossa Internazionale, nell'attacco di ieri contro un bus "che trasportava bambini in un mercato di Dahyan nella provincia settentrionale Saada, un ospedale sostenuto dalla Croce Rossa ha ricevuto dozzine di morti e feriti", come ha scritto su Twitter il Comitato internazionale della Croce rossa, il quale in un momento successivo ha precisato che ospedale "ha ricevuto i corpi di 29 bambini sotto i 15 e di 48 feriti, tra cui 30 bambini". I media legati ai ribelli hanno riferito della morte di 47 persone e il ferimento di altri 77, "quasi tutti bambini".