Tech

Big Data, il mercato dei dati personali

Sei utenti su 10 sono consapevoli del fatto che le loro azioni online generano dati che possono essere usati per analizzare e prevedere i loro comportamenti: è quanto emerge dall'indagine sui Big Data, condotta insieme da Agcom, Antitrust e Garante Privacy. La maggioranza degli utenti, però, legge solo in parte le informative sulla privacy e il trattamento dei dati (54%) o non le legge affatto (33%). Gli utenti poi spesso non sono consapevoli della stretta relazione tra cessione dei dati e gratuità del servizio. La maggior parte di loro, infatti, crede che le app gratuite non acquisiscano dati personali. In verità accade l’esatto opposto: più costano le app, meno dati vengono chiesti agli utenti, sottolinea l’indagine curata in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma. Il servizio di Celia Guimaraes
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.