Tech

Riforma del diritto d'autore, il 12 settembre nuovo voto in Ue

A pochi giorni dalla seconda votazione - il 12 settembre a Strasburgo - della riforma del diritto d'autore, è battaglia tra i favorevoli e i contrari alla direttiva Barnier, respinta alla prima lettura a luglio. La spaccatura sulla proposta è netta: da una parte i contrari, da Wikipedia ai padri nobili del web come Tim Berners-Lee e – ovviamente – i colossi statunitensi, che temono limitazioni dei diritti dei cittadini e censura preventiva. Dall’altra autori, come Paul McCartney, creativi ed editori, sostenuti dal presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, che chiedono un adeguato compenso del lavoro artistico da parte delle piattaforme digitali. Servizio di Celia Guimaraes
Informativa breve

Il sito Rai utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui - Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.