Palermo piegato dal Siena

Roma travolta dall'Atalanta

Pesante sconfitta della Roma a Bergamo contro l'Atalanta, convincenti vittorie casalinghe per Catania e Siena su Novara e Palermo, exploit esterno del Lecce a Cagliari e vittoria di misura del Chievo sul Cesena.

Vota:

Votata: 3volte, Media voti: 5

Luis Enrique

Roma, 26 Febbraio 2012

Pesante sconfitta della Roma a Bergamo contro l'Atalanta, convincenti vittorie casalinghe per Catania e Siena su Novara e Palermo, exploit esterno del Lecce a Cagliari e vittoria di misura del Chievo sul Cesena. Questo l'esito delle gare pomeridiane della sesta di ritorno.

Fuori De Rossi per motivi disciplinari e con Totti squalificato, la squadra di Luis Enrique cade malamente a Bergamo contro l'Atalanta, al quarto risultato utile consecutivo. Marilungo e Denis nel primo tempo hanno spianato la strada, Borini ha riaperto il match, nella ripresa Denis (alla fine tripletta, 15 reti stagionali) l'ha chiusa definitivamente umiliando i giallorossi. L'espulsione di Osvaldo nel secondo tempo (e di Cassetti nel finale) non ha aiutato i giallorossi, che vedono allontanarsi la terza piazza.

Dopo l'exploit nel recupero a Siena mercoledi' scorso, il Catania continua a vincere e questa volta mette ko il Novara (3-1) che cercava il poker di risultati positivi per provare a salvarsi. Bergessio, Marchese e Gomez hanno steso la squadra di Mondonico (di Rubino la rete della bandiera), che sopravanza di un punto il Cesena ultima della classe.

A proposito del Cesena, la nuova gestione in panchina targata Beretta non porta neppure un punto, visto che al 33' della ripresa Moscardelli segna il gol vittoria per i veronesi, complice il rosso a Lauro che ha lasciato in dieci i ronagnoli.

Goleada del Siena sul Palermo (4-1), rimasto in 10 dopo 2' per l'espulsione di Balzaretti e costretto a due cambi nei primi 10'. Budan aveva comunque portato in vantaggio i rosanero, poi un rigore dubbio realizzato da Terzi (direzione arbitrale da rivedere) e le reti di Bogdani, Rossettini e Brienza hanno ampliato il gap tra le due squadre.

In chiave salvezza, importante exploit esterno del Lecce (11 punti in sei gare) che ha vinto a Cagliari grazie a Muriel e Bertolacci (di Larrivey su rigore il momentaneo pari dei sardi) e dimostra di volersela giocare fino in fondo.