L'Ue e la riforma del lavoro in Italia

"Dialogo sociale modello europeo" ma "Monti affronta le vere sfide"

E' il portavoce del vicepresidente della Commissione europea Olli Rehn, Amadeu Altajaf, a esprimere la posizione dell'Ue sul processo di riforma del mercato del lavoro avviato in Italia

Vota:

Votata: 26volte, Media voti: 3.15

Olli Rehn

Bruxelles, 26 Marzo 2012

"Noi rileviamo il fatto che le autorità italiane si siano molto impegnate nel dialogo sociale". E' il portavoce del vicepresidente della Commissione europea Olli Rehn, Amadeu Altajaf, a esprimere la posizione dell'Ue sul processo di riforma del mercato del lavoro avviato in Italia: "Non tutti i sindacati hanno la stessa linea", ha rimarcato il portavoce, aggiungendo che secondo la Commissione europea la riforma approntata dal governo italiano "affronta le vere sfide" del paese".

L'obiettivo "che condividiamo è di rendere il mercato del lavoro più inclusivo, in particolare nei riguardi dei giovani e dei disoccupati di lungo termine, e anche affrontare le problematiche regionali". 

"Il commissario europeo agli Affari economici Olli Rehn ha espresso fiducia nella determinazione che l'Italia e la Spagna sono determinate a onorare i loro impegni sul
consolidamento di bilancio e sulle riforme economiche", ha aggiunto Amadeu Altafaj.