Il Capo dello Stato: vaglio rigoroso

Idv da Napolitano. 'Preoccupati per abuso voto di fiducia'

Esponenti Italia dei Valori preoccupati da uso improprio dello strumento della fiducia, utilizzato addirittura per la conversione del Decreto sulle Semplificazioni. Nota del Quirinale: su decreti e fiducia vaglio rigoroso.

Vota:

Votata: 7volte, Media voti: 3

Il Quirinale

Roma, 29 Marzo 2012

"Abbiamo rappresentato al Capo dello Stato le nostre preoccupazioni per l'eccessivo ricorso del governo al voto di fiducia, che ha creato un'anomalia politica ed istituzionale a nostro avviso non piu' sostenibile, privando anche il Parlamento delle proprie prerogative. Siamo preoccupati da quest'uso improprio dello strumento della fiducia, utilizzato addirittura per la conversione del Decreto sulle Semplificazioni". Lo dicono i capigruppo idv Donadi e Belisario dopo l'incontro con Napolitano.

"Abbiamo manifestato anche la nostra apprensione - proseguono i due rappresentanti dell'Idv - per gli sviluppi sulla legge elettorale perche' la bozza su cui Pdl, Pd e Terzo Polo hanno trovato un accordo di massima è peggiore persino del Porcellum. Questa nuova legge, infatti, tradisce lo spirito del referendum firmato da oltre un milione di cittadini e priva l'elettore della possibilita' di conoscere al momento del voto coalizioni e programmi. Infine abbiamo manifestato tutta la nostra contrarieta' alla modifica dell'Art 18, che non è ideologica, ma pratica, perche' la crisi non si supera con licenziamenti facili".

Su decreti e fiducia vaglio rigoroso del Quirinale
"Quella dell'eccessivo ricorso alla decretazione d'urgenza e alla posizione della fiducia - si legge in una nota del Quirinale - è questione non nuova, dinanzi alla quale il Presidente Napolitano si è trovato, dall'inizio del suo mandato, nel rapporto con diversi governi. Il fatto che siano finora mancate revisioni di norme costituzionali o parlamentari, tali da garantire un corretto e spedito esame - fino alla conclusione in tempi ragionevoli - di provvedimenti di legge ordinari, non esimerà il Capo dello Stato dall'esercitare un vaglio rigoroso dei presupposti per l'emanazione di ulteriori decreti-legge e dal richiamare - si legge ancora nella nota - a un ricorso solo in casi di giustificabile necessità alla posizione della fiducia. Ciò vale a tutela delle prerogative del Parlamento e di un sereno svolgimento del confronto tra tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione". Nella nota si ricorda che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha oggi ricevuto i capigruppo parlamentari della Lega Nord e dell'Italia dei Valori "ascoltandone con attenzione le rispettive preoccupazioni".