Siria

Via libera dell'Onu ad osservatori per il rispetto del cessate il fuoco

Il Consiglio di sicurezza ha approvato all'unanimità l'invio di osservatori disarmati per verificare il rispetto del cessate il fuoco. Intanto - secondo il giornale Spiegel - un cargo tedesco e' stato bloccato: a bordo sono state trovate armi iraniane destinate ad Assad.

Vota:

Votata: 0volte

Il Cargo tedesco bloccato

Berlino, 14 Aprile 2012

Un cargo tedesco con armi di provenienza iraniana destinate alla Siria è stato bloccato dall'armatore poco prima di attraccare nel porto di Tartus. Il giornale tedesco 'Spiegel' rivela che quando il cargo "Atlantic Cruiser" si trovava ad 80 km dal porto siriano di Tartus la societa' armatrice tedesca Bockstiegel ha imposto al comandante di invertire la rotta per recarsi nel porto turco di Iskenderun.

Nel porto di Gibuti la nave tedesca aveva rilevato un carico che era a bordo di un cargo iraniano, che secondo quanto dichiarato era costituito "da pompe ed altre cose del genere". Funzionari siriani passati nelle file della ribellione avevano pero' avvertito la societa' armatrice della reale natura del carico, con il risultato di riuscire a far bloccare la nave.

Torsten Lueddeke, un noleggiatore di navi che aveva affittato l'Atlantic Cruiser alla compagnia di navigazione "White Wale Shipping" di Odessa, ha spiegato di aver ordinato immediatamente il blocco della nave, "quando abbiamo appreso che trasportava armi", aggiungendo che per il momento il cargo di 6200 tonnellate "rimane dove si trova adesso". Tra le sanzioni dell'Ue nei confronti di Damasco figura anche il divieto di forniture di armi.

Il principale raggruppamento dell'opposizione siriana all'interno del Paese ha sottolineato oggi che la tregua "in generale resiste, nonostante alcune violazioni che hanno provocato vittime", ma ha chiesto al regime di rispettare l'impegno a ritirare le truppe dalle citta'.