Polizia afghana: "Combattimenti ancora in corso"

Attacco talebano in Afghanistan. "Colpiremo ancora"

E' iniziata l'offensiva di primavera in Afghanistan. I talebani hanno messo in atto una serie di attacchi a Kabul e in altre zone del Paese. Colpite anche alcune ambasciate e i palazzi presidenziali. Almeno 16 guerriglieri uccisi. L'offensiva di primavera lanciata oggi dal talebani a Kabul ed in altri centri ha causato la morte di almeno 19 ex studenti coranici mentre due sono stati catturati. Lo riferisce il ministero dell'Interno afghano secondo il quale 14 poliziotti e nove civili sono rimasti feriti.

Vota:

Votata: 11volte, Media voti: 4.18

Kabul

Kabul, 15 Aprile 2012

Continua anche in queste ore l'offensiva talebana sferrata in varie zone dell'Afghanistan, principalmente a Kabul. L'offensiva di primavera lanciata oggi dal talebani a Kabul ed in altri centri ha causato la morte di almeno 19 ex studenti coranici mentre due sono stati catturati. Lo riferisce il ministero dell'Interno afghano secondo il quale 14 poliziotti e nove civili sono rimasti feriti.



E mentre a Kabul è ormai notte si continua a combattere in almeno due zone della capitale afghana: "Stanno ancora resistendo vicino al Parlamento e nei pressi dello Star Hotel", ha dichiarato il capo della polizia il generale Ayoub Salangi.

 

Due kamikaze si sono fatti esplodere in un attacco contro l'aeroporto di Jalalabad, importante base Nato nell'est dell'Afghanistan, causando numerosi feriti.  



L'operazione è la rappresaglia agli abusi commessi dalle truppe Usa: dal rogo dei corani, ai soldati ripresi mentre urinano sulle salme di alcuni talebani, al massacro di 17 civili ad opera di un sergente americano. Non solo. Zabihullah Mujahid, portavoce degli ex studenti coranici annuncia che seguiranno altri attacchi di questo genere. Attacchi che hanno dimostrato l'impreparazione delle forze afghane e delle truppe occidentali ancora presenti a Kabul.



Sono stati colpite le ambasciate di Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e Giappone e i miliziani hanno tentato prendere d'assalto il Parlamento. Il presidente Hamid Karzai è stato allontanato precipitosamente dalla presidenza e portato in un luogo sicuro.


I talebani armati con mitragliatrici pesanti, lancia razzi Rpg e giubbotti imbottiti di esplosivi per attacchi kamikaze hanno lanciato una serie di attacchi coordinati oltre che a Kabul anche in tre città ad est della capitale. I miliziani sono riusciti a prendere posizione sul tetto di un alto edificio in costruzione che domina l'area delle ambasciate e dei palazzi del governo.