Settima la Ferrari di Alonso

Gp Bahrein, vince Vettel su Red Bull

Sebastian Vettel su Red Bull torna alla vittoria nel Gran Premio del Bahrein davanti a Raikkonen e Grosjean su Lotus Renault. Quarta l'altra Red Bull di Mark Webber. Settima la Ferrari di Alonso. In concidenza con il Gran Premio, sono scoppiati nel Paese scontri fra manifestanti e forze di polizia, proseguiti anche nella notte.

Vota:

Votata: 3volte, Media voti: 3

Sebastian Vettel

Manama, 22 Aprile 2012

Sebastian Vettel su Red Bull torna alla vittoria nel Gran Premio del Bahrein davanti a Raikkonen e Grosjean su Lotus Renault. Quarta l'altra Red Bull di Mark Webber. Settima la Ferrari di Alonso.

Sebastian Vettel, dunque, torna al successo. Il bi-campione del mondo, infatti, ha riportato la Red Bull sul gradino più alto nella gara del Bahrain, quarto appuntamento di un Mondiale di Formula 1 che finora ha visto quattro vincitori diversi. Il tedesco, partito dalla pole position si è dovuto difendere dagli attacchi di Kimi Raikkonen. Il finlandese della Lotus è stato la grande sorpresa della gara di Sakhir.

Partito dalla sesta fila con l'undicesimo tempo con la scelta di preservare un treno di gomme morbide, lo ha usato per recuperare dieci posizioni ed insidiare il successo a Vettel. Sul terzo gradino del podio l'altra Lotus del francese Romain Grosjean, mentre al quarto posto si è piazzato Mark Webber con la seconda Red Bull. Quinto posto per la Mercedes di Nico Rosberg.

Il vincitore di Shanghai ha battagliato a lungo nel finale con lo scozzese Paul Di Resta per la posizione riuscendo a sopravanzarlo a quattro giri dal termine in virtù di gomme più fresche, visti i tre pit stop effettuati contro i due del pilota Force India. Nel finale Di Resta riesce a resistere agli attacchi della Ferrari di Fernando Alonso, precedendolo sul traguardo di soli due decimi.

Ottavo Lewis Hamilton con la McLaren; nono Felipe Massa con l'altra F2012. Ottimo decimo posto per Michael Schumacher che era partito dalla 22a posizione perché penalizzato di cinque posizioni per aver sostituito il cambio. Jenson Button, che partiva quarto con la sua McLaren-Mercedes, è stato autore di una pessima partenza e dopo che aveva recuperato fino al settimo posto è stato costretto ad una sosta forzata a tre giri dal termine per la foratura di una gomma posteriore per poi tornare nuovamente ai box all'ultimo giro.

In concidenza con il Gran Premio di Formula Uno, sono scoppiati nel paese scontri fra manifestanti e forze di polizia, proseguiti anche nella notte. I dissidenti, contro i quali si è scatenata la repressione del regno sunnita, nell'indifferenza da parte del mondo che gira in torno alla Formula 1, hanno continuato a chiedere la liberazione di Abdulhadi al-Khawaja, attivista sciita in sciopero della fame da febbraio scorso. Il ministero dell'Interno ha fatto sapere che il dissidente "è in buona salute" e che incontrerà oggi, come previsto, l'ambasciatore danese.