Dopo una lite tra i coniugi

Uccide il genero per difendere la figlia

Ha ucciso il genero colpendolo con una coltellata al torace. E' successo ieri sera nella zona di Porta Maggiore, a Roma. La vittima è un peruviano 49enne, Miguel Angel Herrera Moscosa. In manette è finito invece un cileno di 70 anni.

Vota:

Votata: 2volte, Media voti: 1

Uccide il genero per difendere la figlia

Roma, 29 Aprile 2012

Ha ucciso il genero colpendolo con una coltellata al torace. E' successo ieri sera nella zona di Porta Maggiore, a Roma. La vittima è un peruviano 49enne, Miguel Angel Herrera Moscosa. In manette è finito invece un cileno di 70 anni.

Tutto è avvenuto intorno alle 23.30 all'interno di un'abitazione in via Placido Zurla, quando l'anziano uomo è intervenuto per sedare una violenta lite fra lo straniero e la moglie. Ma la vittima, in preda ai fumi dell'alcol, non ne ha voluto sapere di calmarsi scagliandosi con veemenza di nuovo contro la compagna. Nella concitazione l'anziano con un coltello da cucina ha colpito al torace il genero che si accasciato al suolo.

L'immediato intervento dei medici del 118 e la successiva corsa in ospedale non sono stati sufficienti a salvargli la vita. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli investigatori, ascoltando anche le testimonianze dei vicini di casa, nella coppia erano frequenti i litigi, anche a causa del continuo abuso di alcol da parte del peruviano.