Clinton a Pechino il 3 e 4 maggio

Sull'orlo della crisi per il caso Chen

Il segretario di Stato in missione a Pechino per l'incontro economico del 3 e 4 maggio. L'amministrazione Obama si muove per evitare che il caso Chen - il dissidente rifugiatosi nell'ambasciata americana nella capitale cinese - si trasformi in una crisi diplomatica.

Vota:

Votata: 5volte, Media voti: 2.4

Hillary Clinton in un incontro nelle Filippine

Washington, 01 Maggio 2012

Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, che è partita per la sua visita di due giorni a Pechino insieme al segretario al Tesoro, Timothy Geithner, ha assicurato che solleverà la questione del rispetto dei diritti umani con le autorità cinesi. "Relazioni costruttive - ha detto comprendono anche un confronto franco su questioni sulle quali non siamo d'accordo, compresa quella relativa ai diritti umani. Questo è lo spirito che mi guiderà".

Il segretario di Stato tuttavia ha evitato di commentare la vicenda del dissidente cinese Chen Guangcheng. In una conferenza stamoa alla Casa Bianca Barack Obama si è rifiutato di confermare, ma anche di smentire, le indiscrezioni sulla presenza nell'ambasciata degli Stati Uniti a Pechino di Chen Guancheng, avvocato paladino dei diritti umani che il 22 aprile scorso era rocambolescamente riuscito a fuggire dagli arresti domiciliari in cui era confinato, nella provincia orientale del Shandong, malgrado la cecita' dalla quale è affetto.