Concerto del Primo Maggio

La speranza, la passione, il futuro

Ci saranno anche i Subsonica, Elisa e gli Stomp sul palco del Concertone del Primo Maggio, promosso da Cgil, Cisl e Uil. L'anteprima del concerto, a partire dalle 15.05, sara' invece dedicata alle nuove promesse della musica italiana.

Vota:

Votata: 12volte, Media voti: 2.5

Elisa sul palco di San Giovanni durante le prove

Roma, 01 Maggio 2012

Ci saranno anche i Subsonica, Elisa e gli Stomp sul palco del Concertone del
Primo Maggio, promosso da Cgil, Cisl e Uil. Se alla band torinese è affidato il compito di riscaldare la piazza con il loro rock elettronico, l'artista di Monfalcone omaggera' la storia del rock con l'esecuzione di due tra i dieci brani selezionati per il progetto "La musica del desiderio"; mentre l'ensemble britannico di ballerini-percussionisti portera' in piazza una ventata di pura energia. Si completa cosi' il
grande cast di questa edizione che, seguendo il tema artistico "La Musica del Desiderio.

La speranza, la passione, il futuro", vedra' esibirsi in piazza San Giovanni dalle 16 fino a mezzanotte anche: Afterhours, Almamegretta, A67, A Toys Orchestra, Caparezza, Vittorio Cosma, Dente, Stefano Di Battista, Eugenio Finardi, Gnu Quartet, Gabriele Lopez, Alessandro Mannarino, 'Nduccio, Nobraino, Noemi, P-Funking Band, Raiz, Marina Rei, Sud Sound System, Tarant Project,
Teatro degli Orrori, Young The Giant, Nina Zilli, il Maestro Mauro Pagani, sul palco nel triplice ruolo di arrangiatore, musicista e direttore d'orchestra.

L'anteprima del concerto, a partire dalle 15.05, sara' invece dedicata alle nuove promesse della musica italiana: Mama Marjas, scelta dall'organizzazione del Concertone tra una selezione di artisti promossi da Puglia Sounds; Fabryka, selezionati da una giuria tecnica di qualita' nel corso delle audizioni live tenutesi in partnership con WR8, la webradio di Radio Rai che promuove da piu' di un anno gli artisti emergenti con il format itinerante "Via Asiago Live"; Blastema e Autoreverse.

Suddiviso idealmente in tre parti, dopo l'anteprima, il Concertone affidera' l'apertura delle 16 alla P-Funking Band, mentre alle 20, dopo il Tg3, sara' il sax di Stefano Di Battista ad aprire l'ultima parte.
Condotto per la prima volta dalla sorprendente coppia formata da Francesco
Pannofino e Virginia Raffaele, il Concertone quest'anno omaggera' la storia rock attraverso "La Musica del Desiderio" il progetto curato da Mauro Pagani che, per l'occasione, dirigera' la sua 'resident band' e l'Orchestra Roma Sinfonietta. Dieci "pietre miliari" della musica rock saranno eseguite dai grandi artisti ospiti di questa edizione e affiancate da clip inedite, ideate per l'occasione da dieci
filmakers. Questi i brani: "Kashmir" dei Led Zeppelin cantato da Raiz e accompagnato dal visual diretto da Riccardo Grandi, "Jumping Jack Flash" dei Rolling Stone cantato da Elisa con visual di Piccio Raffanini, "Purple Haze" di Jimi Hendrix interpretato da Mauro Pagani con un visual diretto da I Broz,
"Karma Police" dei Radiohead cantato da Manuel Agnelli accompagnato dal visual di Alex Infascelli, "Heroes" di David Bowie cantato Samuel con visual diretto da Aureliano Amadei, "We won't get fooled again" degli Who interpretato da Manuel
Agnelli con visual di Pier Belloni, "Shine on you crazy diamond" dei Pink Floyd cantato da Raiz con visual diretto da Stefano Sollima, "Like a Rolling Stone" di Bob Dylan cantato da Eugenio Finardi con visual di Riccardo Milani, "Strawberry
Fields Forever" dei Beatles cantato da Elisa con visual di Giacomo Martelli, e "Hey Jude" dei Beatles interpretato da Noemi con visual diretto da Luca Lucini in collaborazione con Cristina Seresini e Carlotta Cristiani.

Per la prima volta in assoluto sul palco del Concertone, musica ed immagini si fonderanno cosi' in uno spettacolo scenografico, con le dieci clip che verranno proiettate su un grande led che sovrastera' l'imponente struttura del palco ideata da Rocco Bellanova e composta da un triplice "carro", ulteriore novita' di questa edizione.

Ai due "carri" che, come l'anno scorso, avranno un movimento orizzontale, entrando in scena da destra a sinistra e viceversa, infatti, se ne aggiunge quest'anno un terzo che ospitera' l'orchestra Roma Sinfonietta e la 'resident band' e che si muovera' in avanti e indietro.


E da Piazza San Giovanni arrivera' anche un omaggio a "Yellow Submarine", il
film d'animazione del 1968 con protagonisti i Beatles che ha saputo mischiare surrealismo e pop art in modo rivoluzionario.

In occasione della rimasterizzazione in digitale della pellicola, l'Orchestra Roma Sinfonietta, diretta in questa sezione da Vittorio Cosma, insieme agli Gnu Quartet, eseguira' alcuni dei brani strumentali sinfonici della colonna sonora del film composti e orchestrati da Sir George Martin insieme a John Lennon e Paul McCartney, tra cui proprio il celebre "Yellow Submarine".

In concomitanza sara' proiettato anche un "omaggio visivo" al film e ai suoi anni'60, a cura di Connie Godano insieme a Antonio Perrella, Marco Martini e Antonio Gangemi, per la Mago Produzioni.

Dopo aver registrato lo scorso anno il record di ascolti in tutta la sua storia tv, la diretta di Raitre della grande maratona musicale quest'anno prendera' il via alle 15.05 con l'anteprima dedicata agli artisti emergenti condotta da Enrico Capuano, per poi proseguire dalle 16 fino a mezzanotte, interrotta solo dall'edizione del Tg3 delle 19.

La regia sara' affidata nuovamente a Stefano Vicario che si avvarra' per la prima volta anche della spidercam, per far vivere da casa il concerto in maniera ancora piu' spettacolare e coinvolgente.