Anticipo di campionato, Juve batte Toro

Arresti e feriti per il derby della Mole

La Juventus si aggiudica il derby con il Torino, battendolo 3-0 nell'incontro valido per la 15/a giornata di Serie A. Ma fuori dallo stadio è battaglia: tre arresti. Feriti un sostenitore juventino, uno steward della società bianconera e tre agenti della Digos.

Vota:

Votata: 2volte, Media voti: 1

Vucinic in azione durante Juventus-Torino

Torino, 01 Dicembre 2012

Tre tifosi, due juventini e uno del Torino, sono stati arrestati ieri sera dalla polizia fuori dallo Juventus stadium di Torino per tafferugli avvenuti prima del derby vinto dai bianconeri. Devono rispondere dei reati di rissa aggravata, resistenza e lesioni.

Feriti un sostenitore juventino, uno steward della società bianconera e tre agenti della Digos. Ieri sera un corteo di circa 700 supporter granata, di cui alcuni incappucciati e armati di cinture è stato respinto prima che raggiungesse il settore degli juventini.

La partita

Nel secondo anticipo della 15esima giornata la Juventus supera 3-0 il Torino, conquista il derby della Mole trascinata dal torinese Marchisio e riprende la marcia in campionato dopo il pareggio con la Lazio e la sconfitta contro il Milan. Disposto da Ventura con il solito elastico 4-2-4, alla Juventus Stadium il Torino parte anche bene e nei primi 25 minuti mette in difficolta' i campioni d'Italia. La prima conclusione porta la firma di Sansone al 9', ma Buffon è attento. Al 23' il portiere della Nazionale nulla puo' su Meggiorini, sfuggito via a Bonucci: il sinistro dell'attaccante granata, pero', termina di poco a lato del palo.

Passato il momento peggiore la Juventus - schierata da Conte con un inusuale 4-3-3 vista l'assenza di Chiellini - si scuote e conquista campo. Dopo i tentativi di Vucinic, Barzagli e soprattutto Pogba, al 36' arriva l'episodio che cambia la partita: Glik interviene duramente su Giaccherini, l'arbitro Rocchi lo espelle. In superiorita' numerica la Juventus avrebbe subito l'occasione buona per il vantaggio: Basha ferma con la mano la percussione in area di Pogba, Rocchi concede il rigore, ma Pirlo calcia alto.

 

Dimenticata in fretta la delusione, nella ripresa Alessio inserisce Bendtner per Giaccherini e la Juventus riparte all'attacco. Al 6' Gillet si salva sulla conclusione di Pirlo, ma al 12' nulla puo' sul puntuale inserimento di Marchisio: il cross di Giovinco è preciso, il colpo di testa del centrocampista della Nazionale è imparabile. Passano ancora dieci minuti e la Juventus raddoppia: Vucinic trova Giovinco sulla destra, l'ex attaccante del Parma entra in area e con un bel destro incrociato supera Gillet.

 

Il terzo gol bianconero arriva al 39', quando ancora Marchisio raccoglie la sponda di Vucinic e batte il portiere granata. Il Torino alza bandiera bianca e deve ancora rimandare l'appuntamento col gol nel derby (atteso da oltre dieci anni), mentre la Juventus riprende la marcia-scudetto.