Iraq. Il Giappone approva l'invio di 1.100 militari

Il primo ministro giapponese, Junichiro Koizumi ha approvato l'invio di 1.100 soldati in Iraq. Lo scrive il quotidiano Yomiuri Shimbun, citando fonti governative.

Vota:

Votata: 0volte

Lo ha annunciato il primo ministro giapponese, Junichiro Koizumi

Tokyo, 04 Dicembre 2003

Pressato da un'opinione pubblica rimasta turbata dalla morte di due diplomatici giapponesi nel Paese arabo, il governo di Tokyo sembrava voler rinviare 'sine die' la partenza dell'equipe.

 

Il premier sembra aver deciso invece che Samawa, la localita' nel sud dell'Iraq dove è previsto l'arrivo dei giapponesi, garantisce un sufficiente livello di sicurezza per le truppe.

 

Entro la fine dell'anno partira' dunque una task force dell'aeronautica, a cui faranno seguito unita' da trasporto all'inizio dell'anno nuovo.

 

Il piano operativo per la dislocazione dei militari, che avranno essenzialmente compiti umanitari e di ricostruzione, dovrebbe essere approvato gia' lunedi'. Se il governo dara' l'ok al progetto, le commissioni di entrambe le Camere si riuniranno martedì e mercoledì per il 'via libero' definitivo.