Cronaca. Arrestato il boss della 'ndrangheta Bellocchio

Il boss della 'ndrangheta Gregorio Bellocco, di 50 anni, inserito nell'elenco dei 30 latitanti piu' pericolosi, ricercato da una decina d'anni, è stato arrestato dai Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Reggio Calabria in un bunker nelle campagne di Rosarno (Rc).

Vota:

Votata: 0volte

Nel mese di gennaio era stato catturato il cognato

Reggio Calabria, 16 Febbraio 2005

Il boss della 'ndrangheta Gregorio Bellocco, di 50 anni, inserito nell'elenco dei 30 latitanti più pericolosi, ricercato da una decina d'anni, è stato arrestato dai Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Reggio Calabria in un bunker nelle campagne di Rosarno (Rc). Bellocco è indicato come il capo assoluto dell'omonima cosca di Rosarno. Negli ultimi tempi le forze di Polizia avevano fatto terra bruciata attorno al latitante. Nel mese di gennaio, durante un'operazione anticrimine, era stato catturato il cognato, considerato il suo autista personale.

Conosciuto con i soprannomi di "Esattore" e "Lupo solitario", Bellocco continuava ad esercitare il controllo delle attività della cosca durante la latitanza, estendendo la sua influenza criminale in Lombardia ed in particolare nella zona di Varese, dove negli anni '90, insieme con i fratelli Antonio e Vincenzo Zagari ed Antonio Ierinò aveva conquistato il controllo del traffico di droga.

Lo stupefacente, in particolare eroina e cocaina, veniva acquistato dal gruppo dei Ferraro, originari del reggino ma da tempo trapiantati ad Arona (No) con diramazioni nel Varesotto. Al periodo trascorso in provincia di Varese risale l'omicidio di Franco Giraldi, un pugliese affiliato alla 'ndrangheta al quale era stato affidato il compito di proteggere la latitanza del fratello di Gregorio, Antonino. Quando quest'ultimo fu arrestato, il primo giugno dell'80, Girardi fu ritenuto responsabile della "soffiata" che aveva favorito la cattura ed il 9 luglio 1982, su mandato dei fratelli Bellocco, fu ucciso. Per questo omicidio, documentato nell'ambito dell'operazione "Isola Felice", Gregorio Bellocco è stato condannato all'ergastolo dalla Corte d'assise di Varese nel 1997.