È morto a Roma Corrado Mantoni.

È morto a roma il noto presentatore televisivo Corrado Mantoni.

Vota:

Votata: 1volte, Media voti: 5

Archivio RaiNews24, 08 Giugno 1999

Corrado Mantoni nel 1956 (Teche RAI)

Roma. 8 Giugno È morto a Roma il noto presentatore televisivo Corrado Mantoni.
Il popolare ideatore e conduttore del programma "La Corrida" avrebbe compiuto 75 anni il prossimo 2 agosto. Corrado da tempo era gravemente malato.

Corrado Mantoni, per tutti soltanto Corrado, fa il suo esordio alla radio nell’immediato dopo guerra a Radio Naja, l’emittente che parlava ai soldati di ritorno dal fronte.
Ma la prima affermazione arriva nel 1949 con "Oplà", un esperimento di intrattenimento radiofonico fra musica e parlato che lo stesso Corrado, insieme con il fratello Riccardo, riprende qualche anno dopo trasformandolo in "Rosso e Nero", il primo varietà di successo alla radio.

Sempre in coppia con il fratello, sotto la sigla Corima, firma molti altri programmi, fino all’ideazione della trasmissione che lo porta alla massima popolarità: "la Corrida".

Negli anni sessanta Corrado spopola fra radio e televisione, dove conduce i maggiori spettacoli del sabato sera, da "L’amico del giaguaro", al "Tappabuchi", a "Controcanale".

Con "Canzonissima 1970", quella in cui Raffaella Carrà diventa la soubrette di punta della televisione italiana, arrivano le vette degli indici di ascolto e Corrado è il personaggio televisivo dell’anno. Per tutti gli anni settanta accompagna gli italiani nei pomeriggi domenicali, conducendo o partecipando a Domenica In.

Nel 1983 lascia definitivamente la Rai e passa alla televisione commerciale, senza ripensamenti e senza mercanteggiare ad ogni cambio di stagione.
Riporta al successo la Corrida adattandola per la televisione, permettendosi anche di superare in ascolti la trasmissione della Rai erede della "sua" Canzonissima nella stagione 1997/98.

Corrado ha rappresentato nella storia dello spettacolo radiofonico e televisivo l’immagine più rassicurante e credibile di presentatore-conduttore-intrattenitore, capace di entrare nelle case con bonarietà, ironia e anche autoironia, uno stile che molti conduttori di oggi sembrano avere dimenticato.