31 Ottobre 2014 ore 9:14 CET (GMT +01:00)
 

Le inchieste di Rainews24

Nuove armi per il Vecchio Continente

Protesterai con dolore. Il paradosso dell'arma innocua che può cambiare la democrazia

Voli Cia: gli occhi socchiusi della Germania

Guerra civile in Iraq

Dimenticare Hiroshima

Io che ho respirato il plutonio

Polvere di guerra: uranio a Beirut

Il broglio, lo spoglio, lo sbaglio

Alliance Base

Il segreto delle urne

Nubi somale

Anatomia di una bomba

Intercettazioni: il caso Tsalikidis

Rapporto 41

Gaza. ferite inspiegabili e nuove armi

Libano del Sud: 100.000 bombe inesplose

Voli segreti CIA: il caso Al Kassim

Ladri di bambini a Baghdad

Voli Cia: Giornalisti nel mirino

Ma liberaci dal gas

La fuga dei senza patria

Craig Murray: il coraggio della verità

"Nostro figlio ucciso dal fuoco amico"

Eroi senza medaglia

Operazione Bypass

Terra esplosiva

La strage di Ishaqi

Guerre Stellari in Iraq

Voli CIA, l'Europa indaga

Ekrem Lluka, l'uomo in grigio

Le battaglie di Halabja

Voli e sequestri CIA: Il caso Arar e il caso El Masri

Il fantasma di Abu Ghraib

Uranio Impoverito


La guerra dei contractor

Fallujah: la strage nascosta

In nome del petrolio



Scrivi alla redazione


 

20 settembre 2006

VOLI SEGRETI CIA: IL CASO AL KASSIM
di Mario Sanna

La Commissione d’inchiesta del Parlamento europeo sui voli segreti della Cia ha ascoltato il 14 settembre 2006 a Bruxelles, i legali di tre cittadini europei che sarebbero stati sequestrati clandestinamente negli anni scorsi. Uno di tre e’ un cittadino italiano di origine marocchina.

Si tratta di Britel Abu Al Kassim. Arrivato in Italia nel 1989 ha avuto la cittadinanza italiana nel 1999. Al Kassim fu sequestrato in Pakistan nel 2002 e fu trasferito con un volo segreto in Marocco dove e’ attualmente incarcerato. Nell’inchiesta abbiamo raccolto la testimonianza del suo avvocato, Francesca Longhi e della moglie Khadja Anna Lucia Pighizzini.

Sempre a proposito di voli segreti della Cia, la Commissione giustizia del Consiglio d’Europa ha prolungato il mandato del suo relatore, il consigliere di Stato svizzero, Dick Marty. La Commissione ha preso la decisione all’unanimita’ e ha scelto di pubblicare tutte le informazioni sui voli sospetti ottenute da Marty nell’ambito della sua inchiesta. I documenti saranno resi noti presto al pubblico.

Proprio in questi giorni, infine, giunge a conclusione l’inchiesta ufficiale delle Autorita’ canadesi sul caso di Maher Arar, l’ingegnere informatico di Ottawa, deportato con un volo segreto dei servizi americani in Giordania e poi trasferito in Siria dove fu torturato per mesi. Arar fu ascoltato dalla Commissione europea il 23 marzo del 2006 (potete vedere l’intervista tra le nostre inchieste) dove racconto’ che il suo sequestro ebbe come sfondo anche l’Italia dato che il suo volo segreto avrebbe fatto scalo presso l’aeroporto di Ciampino. In questi giorni il giudice canadese Dennis O’Connor, che ha condotto l’inchiesta, ha dimostrato, attraverso un voluminoso rapporto, che Arar non aveva alcun legame con la rete del terrorismo internazionale. Secondo il magistrato le autorita’ canadesi non hanno partecipato direttamente alla decisione di inviare Arar in Siria, ma le autorità statunitesi si sono “molto probabilmente appoggiate” per la loro decisione su informazioni trasmesse dalla polizia e dai servizi segreti canadesi.

Documenti
Leggi il testo dell'inchiesta (doc)

Inchieste collegate

Voli Cia: Giornalisti nel mirino

Voli CIA, l'Europa indaga

Voli e sequestri CIA: Il caso Arar e il caso El Masri


Video


Aggiornamento
Lettera dell'avvocato che informa sull'archiviazione del caso da parte del Pubblico Ministero

Link
Il sito più aggiornato sull'argomento

In onda

in chiaro su Rai 3
venerdì alle 6.12

giovedi ore 7.36 (ANCHE IN CHIARO SU RAITRE) e alle 13.47
venerdi ore 9.47
sabato ore 4.47 - 12.17 - 21.47
domenica ore 7.17 - 15.47 - 23.47
lunedi ore 5.47 - 17.47

scrivi alla redazione | credits