Champions league >
Parigi

Il Real Madrid di Ancelotti vince la 14a Champions battendo il Liverpool 1-0

Il Real Madrid di Ancelotti vince la 14a Champions battendo il Liverpool 1-0 paul ellis/afp via getty images
Di Vinicius al 14' del secondo tempo il gol decisivo. L'allenatore italiano entra nella leggenda: è l'unico tecnico ad aver vinto la Champions quattro volte

Il Real Madrid batte 1-0 il Liverpool in finale e vince la sua quattordicesima Champions League grazie ad un gol decisivo nella ripresa di Vinicius. Carlo Ancelotti, il primo allenatore a guidare una squadra in cinque finali di Champions, diventa il primo a vincerne quattro, staccando Zidane e un'icona dei reds come Bob Paisley, fermi a tre.

L'impresa in Champions si unisce a quella realizzata il mese scorso, quando l'italiano è diventato l'unico ad aver vinto in tutti e cinque i maggiori campionati d'Europa. Con questi risultati, non si è lontani dalla verità nell'affermare che Ancelotti si avvia a diventare il più grande allenatore nella storia del calcio.

Allo Stade de France un buon Liverpool si arrende ai blancos senza essere tradito da un singolo come nel 2018 con lo sventurato Karius. È la concretezza sotto porta degli spagnoli a fare la differenza in una partita iniziata con quasi 40' di ritardo a causa dei problemi di afflusso dei tifosi.

Klopp schiera dal 1' i due giocatori in dubbio alla vigilia: Thiago Alcantara e Fabinho. Per la prima occasione bisogna aspettare il 15': Alexander-Arnold sfonda sulla destra e crossa per Salah che riesce a deviare ma senza dare quella potenza tale da sorprendere Courtois. Al 20' si accende Mané che si incunea tra Militao e Casemiro e calcia sul primo palo trovando la grande risposta del portiere sul legno.

Prima della fine del primo tempo, Benzema deposita la palla in rete dopo un pasticcio di Alisson: il gol è annullato per fuorigioco dopo un lungo controllo Var, in quella che è l'unica azione pericolosa dei blancos nel primo tempo. Le statistiche al duplice fischio sono eloquenti: 30 le azioni offensive dei reds, contro le 10 degli uomini di Ancelotti.

Nella ripresa però il Real Madrid colpisce al 59'. Spietata la squadra di Ancelotti: Valverde punta la difesa e lascia partire un tiro cross che Vinicius devia in rete siglando la 22a rete stagionale. La risposta del Liverpool è affidata a Salah che prova a scacciare gli incubi del 2018 accentrandosi e lasciando partire una conclusione di mancino che trova ancora attento Courtois. Klopp sceglie Firmino e Keita nel finale. Il più pericoloso però è sempre Salah che punta la difesa, è rapido nell'esecuzione e va al tiro con Courtois che respinge in tuffo e festeggia la sua prima Champions con una prestazione straordinaria.
 

Il tabellino della finale

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson 5.5; Alexander-Arnold 6.5, Konatè 6.5, Van Dijk 6, Robertson 6; Henderson 6 (32' st Keita sv), Fabinho 6, Thiago Alcantara 6 (32' st Firmino sv); Salah 5, Mané 5.5, Luis Diaz 6 (20' st Jota 5). In panchina: Kelleher, Milner, Gomez, Oxlade-Chamberlain, Jones, Minamino, Tsimikas, Matip, Elliott. Allenatore: Klopp 5.5.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois 9; Carvajal 7.5, Militao 7, Alaba 7, Mendy 6.5; Modric 6.5 (45' st Ceballos sv), Casemiro 6.5, Kroos 6.5; Valverde 7 (40' st Camavinga sv), Benzema 6.5, Vinicius 7 (48' st Rodrygo sv). In panchina: Lunin, Nacho, Hazard, Asensio, Marcelo, Vazquez, Bale, Isco, Mariano Diaz. Allenatore: Ancelotti 9.

ARBITRO: Turpin (FRA) 6.

RETE: 14' st Vinicius.

NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Fabinho. Angoli: 6-2. Recupero. 4' pt, 5' st.

Il primato stellare del Real

Con il successo di stasera a Parigi contro il Liverpool, il Real Madrid iscrive per la 14a volta il suo nome nell'albo d'oro, "doppiando" in questa speciale classifica il Milan, fermo a 7. 

14 Real Madrid
7 Milan
6 Bayern Monaco, Liverpool
5 Barcellona
4 Ajax
3 Inter, Manchester United
2 Benfica, Chelsea, Juventus, Nottingham Forest, Porto
1 Amburgo, Aston Villa, Borussia Dortmund, Celtic, Feyenoord, Olympique Marsiglia, Psv Eindhoven, Stella Rossa, Steaua Bucarest.