Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/A-Washington-il-Papa-ha-incontrato-una-coppia-omosessuale-17497867-e10c-4b4c-97f6-1354fa08e9a1.html | rainews/live/ | true
MONDO

Racconto della Cnn

A Washington il Papa ha incontrato una coppia omosessuale

Prima dell'incontro con Kim Davis, la funzionaria del Kentucky finita in prigione per essersi rifiutata di concedere licenze matrimoniali a coppie gay, il Pontefice ha incontrato un amico argentino con il compagno

Condividi
Il giorno prima che il Papa incontrasse a Washington Kim Davis, la funzionaria del Kentucky finita in prigione per essersi rifiutata di concedere licenze matrimoniali a coppie gay, il Pontefice ha avuto un incontro privato con un amico argentino di lunga data e con il suo compagno. Lo riferisce la Cnn. Yayo Grassi, gay dichiarato, ha portato con sé il suo compagno da 19 anni Iwan e un gruppo di amici. 

Il racconto
In un'intervista esclusiva con la Cnn Grassi ha raccontato che l'incontro era stato organizzato personalmente dal Pontefice via mail nelle settimane precedenti alla visita negli Stati Uniti. "Tre settimane prima del viaggio, mi chiamò per telefono dicendo che sarebbe stato felice di abbracciarmi", ha detto Grassi stando a quanto scrive la Cnn sul suo sito web, spiegando inoltre che Papa Francesco era stato suo insegnante di letteratura e psicologia presso l'istituto Inmaculada Concepcion di Flores, in Argentina, dal 1964 al 1965. Grassi ha quindi precisato che il Pontefice ha sempre saputo della sua omosessualità ma "non ha mai giudicato. Non ha mai detto nulla di negativo". "Naturalmente - ha aggiunto Grassi - è il pastore della Chiesa e deve seguire gli insegnamenti della Chiesa. Ma in quanto essere umano capisce tutti i tipi di situazioni ed è aperto a tutti i tipi di persone"

Precisazione del Vaticano
Il direttore della sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha chiarito che "il Papa ha incontrato presso la Nunziatura di Washington diverse decine di persone" e "si è trattato di saluti molto brevi di cortesia a cui il Papa si è prestato con la sua caratteristica gentilezza e disponibilità. L'unica 'udienza' concessa dal Papa presso la Nunziatura - precisa ancora padre Lombardi - è stata a un suo antico alunno con la famiglia".

Kim Davis, "Incontro non è un appoggio alle sue posizioni"
Poi sull'incontro con Kin Mavis, sempre alla Nunziatura, aggiunge: "Il Papa non è entrato nei dettagli della situazione della signora Davis e il suo incontro con lei non deve essere considerato come un appoggio alla sua posizione in tutti i suoi risvolti particolari e complessi".