Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Abbonamenti-pirata-a-pay-tv-1-800-persone-denunciate-f563ae06-dea2-4be6-a5e4-182fdff5594a.html | rainews/live/ | true
TECH

Indagini della Guardia di Finanza di Varese

Abbonamenti pirata a pay-tv: 1.800 persone denunciate

Una truffa che fruttava circa 500 mila euro. 1800 gli "abbonati"

Condividi
Offriva abbonamenti televisivi e multimediali a pagamento su tutto il territorio nazionale tramite proprie piattaforme internet. Ma erano tutti servizi pirata. Veri, invece, i soldi che intascava per il canone mensile.  La Guardia di Finanza di Varese ha notificato l'avviso di Conclusione indagine a un uomo residente in provincia di Varese indagato per l'esercizio di un'attività  di commercio di abbonamenti 'pirata' ai contenuti televisivi e multimediali di piattaforme televisive. Un sistema che gli fruttava 500 mila euro.
 
L'uomo è stato denunciato alla Procura di Milano per i reati di contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni, violazione della proprietà  intellettuale e frode informatica.
 
Le indagini della Guardia di Finanza hanno consentito di identificare oltre 1.800 clienti che, per usufruire dell'abbonamento Iptv pirata, hanno effettuato pagamenti mediante bonifici bancari o ricariche con carte prepagate. Ora, sono stati tutti denunciati per ricettazione.