Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Accordo-in-Siria-migliaia-di-jihadisti-lasceranno-i-sobborghi-Damasco-fc4afc32-a974-4701-a82e-dd244404ff11.html | rainews/live/ | true
MONDO

Siria, accordo per il cessate il fuoco nei sobborghi di Damasco: jihadisti trasferiti al Nord

​Intese per il cessate il fuoco in aree limitate sono state raggiunte nel corso del conflitto in varie altre parti della Siria, con risultati diversi. Da ultimo a Homs era stata concordata l'evacuazione di 2.000 tra ribelli e civili dall'ultimo quartiere ancora controllato dall'opposizione. 

Condividi
Damasco (Foto archivio)
In base ad un accordo raggiunto con la mediazione dell'Onu, è stata disposta l'evacuazine di migliaia jihadisti, compresi militanti dell'Isis e di Al Nusra, che dovrebbero essere evacuati, con 18 autobus, dai sobborghi a sud di Damasco. 

Sono circa 4.000 persone, metà delle quali combattenti jhadisti, che dovrebbero lasciare tre sobborghi di Damasco: civili e miliziani trasferiti dai distretti di Qadam e Hajar al-Aswad e dal campo palestinese di Yarmuk. previsto lo spostamento a Nord nelle città di Raqa, controllata dall'Isis, e di Marea, nelle mani di Al Nusra. Non è chiaro se gli autobus sono stati forniti dall'Onu o direttamente dall'esercito regolare siriano

L'accordo prevede che in una fase successiva le istituzioni governative riprendano a funzionare nei tre sobborghi, per provvedere alle necessità della vita quotidiana.

Sarebbe la prima volta da più di due anni che si ripristina l'approvvigionamento dei tre sobborghi, finora tenuti sotto strettissimo assedio dalle forze fedeli ad Assad.

Intese per il cessate il fuoco in aree limitate sono state raggiunte nel corso del conflitto in varie altre parti della Siria, con risultati diversi. Da ultimo a Homs era stata concordata l'evacuazione di 2.000 tra ribelli e civili dall'ultimo quartiere ancora controllato dall'opposizione.