Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Bce-conferma-a-zero-principale-tasso-di-interesse-dell-area-euro-16b24974-43bf-4eb6-80a1-e048a6ba369f.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Francoforte

​Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro

Decisione in linea con le attese, nessuna modifica al Qe

Condividi
Costo del danaro fermo a zero nell'area euro. Come ampiamente atteso, al primo incontro del nuovo anno il Consiglio direttivo della Bce ha confermato tutti i tassi di interesse di riferimento: quello sulle principali operazioni di rifinaziamento a zero, il tasso sui depositi custoditi per conto delle banche al meno 0,40 per cento, il tasso sulle operazioni di rifianziamento marginali allo 0,25 per cento.

Contestualmente non sono state decise nuove variazioni sulle altre misure non convenzionali di sostegno all'economia, tra cui il 'Quantitative easing', il piano di acquisti di titoli pubblici e privati per cui, a dicembre, era stata già decisa l'estensione a tutto il 2017. Il ritmo resta di 80 miliardi di euro al mese e da aprile tornerà alla portata iniziale di 60 miliardi di euro al mese. Anche in questo caso la conferma dello status quo è in linea con le attese.

Ora l'attenzione di analisti e operatori si concentrerà sulla conferenza stampa esplicativa del presidente Mario Draghi. Questi potrebbe esser chiamato a commentare diverse incognite presenti nel quadro attuale, dall'inflazione in risalita grazie alla ripresa dei prezzi dell'energia, alla Brexit, alle banche in Italia, alle dichiarazioni di intenti protezionistiche mostrate dal presidente eletto Usa, Donald Trump.